Deflessione nella crescita del feto: le cause - GravidanzaOnLine

“La crescita del mio bambino è rallentata molto: perché?”

Valentina

chiede:

Buongiorno, sono alla settimana 33+4, il mio bambino alla morfologica (20 settimane) aveva l’accrescimento al 79 percentile, poi all’ecografia del terzo trimestre (31 settimane) l’accrescimento è sceso al 30%. Per scrupolo ho fatto un’altra ecografia (33 settimane) e l’accrescimento era al 22%. La circonferenza addominale risulta più piccola come percentile rispetto alla circonferenza cranica quindi è una crescita asimmetrica. Io ho 31 anni, non soffro di ipertensione, non fumo non faccio uso di sostanze stupefacenti. La flussimetria placentare è sempre risultata regolare come anche il liquido amniotico e la placenta è localizzata posteriormente. Secondo lei a cosa può essere dovuta questa forte deflessione della crescita? Grazie in anticipo.

Buongiorno Valentina, il rallentamento della crescita fetale o IUGR deve essere distinto dal feto piccolo per la data o SGA che invece può essere conseguenza di un errore di datazione della gravidanza stessa o un fatto costituzionale. Nel caso in questione direi che si tratta di un vero IUGR ed il problema è tanto maggiore quanto più precocemente si manifesta. Circa le cause possono essere materne, fetali o placentari. Si ascrivono alle prime l’anemia grave, la trombofilia nelle forme più rilevanti, l’ipertensione arteriosa, malattie autoimmuni, il diabete specie se insorto da molti anni, la malnutrizione, l’abuso di fumo, alcool e droghe. Le cause fetali comprendono le malformazioni, specie quelle cardiache, la anomalie cromosomiche, le infezioni. Le cause placentari si riferiscono ad anomalie di impianto come la placenta previa e accreta. Tuttavia in molti casi la causa non è evidente e si parla genericamente di insufficienza placentare. Potrebbe essere questo il caso in questione in cui non sono evidenti problemi materni, la dopplerflussimetria è regolare (immagino sia sulle uterine che sull’arteria ombelicale) e la placenta è normale. Occorre monitorare strettamente la gravidanza per far nascere il bambino al momento opportuno.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie