Cisti annessiali e concepimento: che relazione c'è? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho 32 anni e sono già mamma di un bambino di tre anni. L’anno scorso sono rimasta nuovamente incinta ma ho avuto un aborto alla sesta settimana. Ho svolto poi alcuni controlli e mi sono state diagnosticate due cisti annessiali liquide e il referto dice che non sono vascolarizzate. Sono localizzate in prossimità della tuba sinistra. Specifico che ho effettuato i marker, e sono negativi.

Ebbene, dopo il mio aborto ho cercato un’altra gravidanza ma l’esito non è mai stato positivo, nonostante i rapporti nel periodo fertile. Mi sono quindi chiesta, è possibile che queste cisti rappresentino un’ostruzione? È questo il motivo per il quale non rimango incinta? La ringrazio molto per la risposta

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Buongiorno signora, il suo questo è molto specifico ed esposto in modo incompleto (che dimensioni hanno queste cisti? da quanto tempo ci sono?) e quindi non resta che rimandarla al suo medico per un commento personalizzato.

In linea di massima, è corretto farsi delle domande circa la propria fertilità quando è un anno che non avviene il concepimento, ma, se la coppia ha già recentemente sperimentato altre gravidanze seppure con alterno successo, è meglio aspettare anche di più, perché la gravidanza, con calma, arriverà.

Se invece la situazione la mette in ansia, dopo avere confermato a distanza di mesi la presenza delle cisti, un controllo laparoscopico in anestesia generale chiarirà la situazione e permetterà anche di eliminare le cisti o altre simili problematiche.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie