Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, sono in attesa del mio primo figlio da 8 settimane e 5 giorni. Martedì ho fatto la prima ecografia che ha rilevato la presenza di un embrione di dimensioni regolari, con battito cardiaco presente e sacco vitellino normale. Unico dubbio: la camera gestazionale appariva lievemente schiacciata ed il ginecologo ha ipotizzato potesse dipendere dal peso eccessivo dell’adipe addominale. A lei sembra plausibile tale ipotesi? La presenza di una ciste funzionale di 54 mm sull’ovaia di sinistra potrebbe spiegare i continui dolori simil-mestruali che avverto? Le lievi perdite marroncine mucose, in associazione ai dolori di cui sopra e alla forma “atipica” della camera gestazionale, possono farmi temere una interruzione spontanea di gravidanza? La ringrazio fin da ora della disponibilità. Saluti

Cara Sara, cercherò di risponderle anche se senza una valutazione diretta della camera oculare, è impossibile esprimere giudizi circostanziati.
La forma della camera è molto variabile, quindi è fondamentale l’esperienza dell’ecografista per valutare se il reperto è normale o no. Non credo proprio che la parete addominale possa influenzare la forma della camera oculare.
Una cisti di 5 cm se sede di emorragie interne (es. Corpo luteo gravidico emorragico), potrebbe creare dolore, anche se diverso in genere rispetto a quello mestruale.
Considerando le perdite (che non sempre sono patologiche, ma conviene considerarle tali fino a prova contraria) sarebbe opportuno a mio parere effettuare una terapia come se lei avesse una minaccia d’aborto, evenienza che non può essere esclusa.
Se vuole esegua ogni tre giorni il dosaggio delle beta hCG, e ripeta dopo 7 giorni una eco.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo