Anonimo

chiede:

Salve, sono una donna di 42 anni. In febbraio ho iniziato una gravidanza conclusa in ottava settimana per “uovo chiaro”, l’assenza di embrione pur in presenza della camera gestazionale. Ho avuto un raschiamento quindi. Da un paio di mesi riproviamo ad avere un bimbo: ho avuto l’ultimo ciclo l’8 ottobre e oggi, al quinto giorno di ritardo, forse anche più (io ho un ciclo molto regolare di 25-26 giorni), dopo aver fatto il test che risultava “debolmente positivo” (striscia della positività molto chiara). Ho fatto le beta, che però risultano bassissime: 94! Cosa vuol dire? Che la gravidanza non andrà avanti? Purtroppo non riesco a contattare la mia ginecologa che è fuori Italia… Forse influisce il fatto che negli ultimi 6 giorni ho avuto un’influenza forte con febbre fino a 38.3, che ho abbassato con Tachipirina? O c’è la possibilità che si alzi il valore delle beta nei prossimi giorni? Grazie molte

Redazione

Redazione

risponde:

Il valore è effettivamente troppo basso. Ripeta l’esame: c’è speranza che abbia ovulato tardi. Se il valore non si impenna non va bene. L’influenza con febbre elevata, più che influenzare il test, potrebbe aver influito sull’intera gravidanza. Speriamo di no. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo