Alte resistenze sull'arteria uterina di dx | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gent.mo dott. Comparato,
innanzitutto la ringrazio per la sua risposta relativamente all’esame con
doppler pulsato che, all’ecografia della 20^ settimana, aveva evidenziato
“alte resistenze sull’arteria uterina di dx”. Ora sono nuovamente a
scriverle perché purtroppo la situazione è rimasta invariata (sono alla 27^)
e l’ecografista mi ha segnalato da monitorare per gestosi e crescita fetale.
Naturalmente sono angosciata e mi preparo a vedermi piombare addosso quei
sintomi che adesso, sinceramente, non vedo: sono ingrassata 7 kg in tutto,
non ho gonfiori, non ho proteine nelle urine e la pressione (misurata 1
volta a settimana) è stata al massimo 125/85. Tra l’altro la flussimetria
alterata dovrebbe causare un iposviluppo del feto, e invece il mio sembra
addirittura più grosso del normale! Il peso stimato a 27 settimane è di 1240
grammi, con alcune misure superiori al 95° percentile! Come è possibile?
Sono terrorizzata anche perché ho letto che le alterazioni flussimetriche,
quando non esistono patologie materne che possano giustificarle, talvolta si
correlano a patologie malformative e cromosomiche del feto…
La prego di rispondermi. Grazie mille.

Cara Carla, posso subito tranquillizzarla. La persistenza di un flusso non ottimale in una delle due arterie uterine, non significa assolutamente che Lei avrà la gestosi o che il Suo bambino presenterà ritardi di crescita. Significa solo che aumenta un po’ il rischio per tali condizioni, ma niente di più. Per cautela quindi è consigliabile effettuare controlli ravvicinati, Posso anche dirLe che un aumento delle resistenze uterine non è un marker di cromosomopatie o malformazioni, in presenza di ecografia fetale normale.
Spero di averLa tranquillizzata.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo