Aborti, gravidanza anembrionica - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentili Dottori, ho 40 anni, mio marito 44.
Nel 2008 sono rimasta incinta, ma ho avuto un aborto per gravidanza
anembrionica. Nel gennaio 2010 sono rimasta incinta per la seconda volta,
ma anche questa gravidanza non è stata ahimè portata avanti, anch’essa
anembrionica!
Io e mio marito abbiamo fatto diversi controlli, esami vari del sangue per
me, e per entrambi anche la mappa cromosomica. Ed il tutto è risultato
nella norma. È possibile che non vi sia un modo per evitare questi
aborti? Per la mia età è ancora possibile avere un bimbo in modo naturale?
Nessun ginecologo consultato non mi ha saputo spiegare il perché ho delle
gravidanze anembrioniche, e se ci sono eventuali cure. Grazie mille per la
risposta, e l’aiuto!

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, le gravidanze con “uovo chiaro” in genere sono occasionali, altre volte causate da problematiche cromosomiche genitoriali (meno probabili con mappa normale, ad ogni modo conviene consultare un genetista), altre volte non sono vere gravidanze anembriotiche…
Quindi considerando che a 40 anni una donna sana può avere tranquillamente una gravidanza, esegua esami compatibili con il protocollo per la poliabortività (es. indagini geniche coagulative, indagini reumatologiche ed autoimmunitarie, etc).
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo