Anonimo

chiede:

Gentile Dott.,
ho 30 anni e ad aprile 07 ho partorito un bellissimo bimbo rh+. Per una
“dimenticanza” della struttura ospedaliera Toscana, non mi è stata
somministrata la profilassi anti-rh (visto che sono rh- e mio marito rh+).
Ora, a distanza di 1 anno dal parto, il test di coombs risulta positivo con
una titolazione di 1:8. Ho appena saputo di essere incinta un’altra volta
(alla 4a settimana). Mi risulta che 1:8 non è una titolazione molto elevata.
Mi conferma? Sono più a rischio aborto (nelle prime 12 settimane) rispetto a
una gravidanza normale? Volevo sapere, inoltre, quale è la “soglia di
sicurezza” per la titolazione? A quale livello di titolazione devo
cominciare realmente a preoccuparmi? La ringrazio in anticipo per la pronta
risposta. Cordiali saluti,

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Rita, dimenticare di somministrare le immunoglobuline dopo il parto ad una donna RH negativa con un feto positivo è fatto molto grave! La sua gravidanza dovrà essere seguita in un centro specializzato di secondo livello perchè il feto è a rischio di sviluppare la malattia emolitica. Anche per quanto riguarda la titolazione anticorpale le consiglio di rivolgersi al più presto ad un centro competente.
Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo