Di cosa ha bisogno il nostro corpo per "regolarsi" bene prima e dopo il parto

Disidratazione e stipsi sono problemi tipici della gravidanza e del post parto; per porvi rimedio, è importante bere molto e scegliere l'acqua giusta, che possa fornire il giusto apporto di calcio, solfati e magnesio al corpo.

La gravidanza è sempre un momento piuttosto particolare nella vita di una donna, e non solo per il mix di emozioni che l’attesa di un figlio regala, ma anche per gli inevitabili cambiamenti che il corpo affronta durante i nove mesi, che spesso interessano anche lo stato di salute e provocano disagio (come, ad esempio, il problema della regolarità intestinale in gravidanza e nel post parto).

Al di là di patologie serie, per cui è opportuno farsi seguire dal proprio ginecologo nel corso della gestazione, le donne incinte possono manifestare anche problemi meno gravi, ma che possono incidere negativamente sulla vita di tutti i giorni, e lo stesso può avvenire nelle settimane immediatamente successive al parto.

Fra questi, ad esempio, ci sono i problemi intestinali: costipazione, meteorismo, acidità di stomaco e reflusso sono alcuni dei disturbi più tipici della gravidanza, con cui molto frequentemente le donne si trovano ad avere a che fare. Da cosa dipendono questi malesseri, e come vi si può ovviare per vivere nove mesi (e oltre) serenamente ritrovando la regolarità intestinale in gravidanza e nel post parto?

I disturbi intestinali in gravidanza

I disturbi legati alla regolarità intestinale in gravidanza sono piuttosto frequenti, fin dalle prime settimane, quando il progesterone, agendo sull’intestino, può causare stitichezza, visto che inibisce le contrazioni dell’apparato digerente, rendendo più difficili le evacuazioni.

Stitichezza in gravidanza, le cause e i rimedi

Dal momento in cui l’intestino in gravidanza ha una maggior capacità di assorbimento dell’acqua, nel corso dei nove mesi le feci tendono a indurirsi, e il transito intestinale a rallentare. Un aiuto fondamentale per sopperire a questi fastidiosi disturbi, oltre a seguire una dieta ricca di fibre, frutta e verdure, è quindi bere moltissima acqua, così da favorire la digestione e il funzionamento dell’intestino, prediligendo acque povere di sodio, ricche di solfati e magnesio che stimolino l’intestino e depurino il fegato; fra queste Fonte Essenziale, che arriva dalle acque delle terme di Boario, in Valle Camonica, un’acqua ideale per rimettere in moto l’intestino, recuperare regolarità intestinale e rilassare i muscoli addominali.

Classificata come acqua minerale di origine termale, ricca di sali minerali e di tipo “Solfato-Calcico-Magnesiaco”, aiuta a regolarizzare fegato e intestino se assunta regolarmente: due bicchieri di Fonte Essenziale a digiuno ogni mattina, a temperatura ambiente, aiutano a ripristinare il giusto funzionamento di fegato e intestino contrastando senso di pesantezza e pancia gonfia. Inoltre, aiuta a reintegrare il fabbisogno di calcio utile per la formazione delle ossa del bambino.

Dopo il parto, però, non è detto che i problemi intestinali scompaiano, anzi, molto spesso continuano a “tormentare” le neo mamme. Perciò, è importante capire quali sono le giuste abitudini da seguire per liberarsene.

I disturbi intestinali dopo il parto

Emorroidi, disidratazione, costipazione, sono problemi tutt’altro che rari nelle settimane successive al parto, e non c’è quindi da preoccuparsi qualora si manifestino, ma ovviamente occorre cercare rimedi che aiutino a ripristinare il corretto funzionamento dell’intestino.

Se le emorroidi di frequente si risolvono spontaneamente dopo il parto, nel puerperio, ad esempio, anche per via dell’aumento della sudorazione e per l’allattamento al seno, si può manifestare una carenza di liquidi che provoca disidratazione e costipazione; questo perché il corpo nel post parto, naturalmente, ha bisogno di un po’ di tempo per recuperare e riequilibrarsi: gli organi devono ritrovare il loro posto nella cavità addominale e la frequenza dell’attività intestinale, come si legge in questo articolo, cambia, tanto che possono essere necessari anche tre giorni per riuscire ad avere un movimento intestinale dopo la nascita del bambino.

Anche in questa circostanza, quindi, è estremamente importante seguire un regime alimentare ricco di fibre, frutta e verdura, ma anche acqua. E, di nuovo Fonte Essenziale può venire in aiuto delle neo mamme, grazie alla carica di magnesio e solfati e all’alto contenuto di calcio che allontanano il senso di stitichezza, gonfiore e la pesantezza derivanti da una ridotta stimolazione dell’intestino da parte del fegato e concorrono a regolare i processi di digestione e la motilità intestinale.
Assumerne due bicchieri ogni mattina, a digiuno, può davvero rappresentare un valido strumento per ripristinare funzionalità di fegato e intestino, allontanando la stipsi. Se i primi effetti sono riscontrabili fin dalle prime assunzioni, è solo inserendo acqua Fonte Essenziale nella propria routine quotidiana che è possibile sperimentarne tutti i benefici. Come neo mamme si hanno già tanti pensieri, è importante essere al 100% per affrontare al meglio questo nuovo ruolo, e la salute passa anche da un intestino regolare.
Per questo è importante scegliere i giusti alleati:con acqua Fonte Essenziale stare meglio e raggiungere il proprio benessere è facile come bere un bicchiere d’acqua, anzi due.

Articolo con contenuti promozionali

Articolo originale pubblicato il 7 ottobre 2021

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Benessere