Perdite da impianto

Le perdite da impianto si manifestano come perdite di sangue di lieve entità, dovute alla rottura dei capillari dell’endometrio che avviene nel momento in cui l’embrione si annida nella parete dell’utero. Tale rottura si verifica tra i 7 e i 10 giorni dopo la fecondazione dell’ovulo da parte dello spermatozoo.

Solo una piccola percentuale di donne è in grado di osservare le perdite da impianto, che sono uno dei primi segnali di gravidanza ma possono anche essere confuse con lo spotting premestruale: si distinguono per durata (le perdite da impianto durano poche ore) e per colore: lo spotting premestruale è generalmente marroncino, mentre le perdite da impianto sono di colore rosato o rosso.

Le perdite da impianto possono verificarsi circa una decina di giorni prima del presunto arrivo delle mestruazioni e possono accompagnarsi a leggeri crampi uterini. Lo spotting premestruale si verifica invece a ridosso dell’arrivo delle mestruazioni.