Patologie fumo-correlate nella donna in gravidanza

Patologie fumo-correlate nella donna in gravidanza

Il fumo riveste un ruolo determinante nell’insorgenza di numerose malattie, tra cui una serie di malattie molto gravi e con decorso mortale. I componenti del fumo raggiungono attraverso il sangue tutte le aree del corpo e la ricerca acquisisce ogni giorno nuove conoscenze sull’effetto nocivo del consumo di tabacco.
Qui vengono descritte alcune delle conseguenze prodotte dal fumo sulla salute della donna:

Danni in gravidanza:
– Aumento delle gravidanze extrauterine
– Aumento di aborti precoci
– Aumento dei casi di placenta previa
– Ritardo di crescita intrauterino (IUGR) (anche per fumo passivo)
– Aumento dei parti pretermine
– Aumento della mortalità neonatale
– Aumento del rischio tromboembolico in puerperio
– Alterazioni del latte materno (sia in termini qualitativi che quantitativi) con possibili disturbi nel poppante.

Effetti nocivi sulla prole di donne che hanno fumato in gravidanza:
– Alterazioni dello sviluppo psico-fisico: maschi: più spesso iperattivi, aggressivi, oppositivi; femmine: maggior frequenza di tabagismo.
– Aumentata incidenza di infezioni neonatali
– Aumentata incidenza di apnea ostruttiva durante il sonno
– Aumentata incidenza (da 2 a 4 volte) di morte in culla (SIDS)
– Statura più bassa (1 cm)
– Ridotta funzione respiratoria, in particolare per interessamento delle piccole vie aeree.

 

Prof. Domenico Enea
III Clinica Ostetrica e Ginecologica Policlinico Umberto I – Roma