Riparte la Campagna Nastro Rosa 2007 per la prevenzione del tumore al seno

Riparte la Campagna Nastro Rosa 2007 per la prevenzione del tumore al seno

Sarà Manuela Arcuri la testimonial dell’edizione 2007 della Campagna Nastro Rosa, dedicata alla prevenzione del tumore al seno. Il prossimo mese di ottobre, infatti, la LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) ed Estée Lauder Companies, torneranno in prima linea nella lotta a questa grave patologia neoplastica, che nel nostro Paese fa registrare ogni anno circa 36.000 nuovi casi (ma il trend è in aumento).

La Campagna Nastro Rosa, a cui gravidanzaonline.it aderisce ininterrottamente da quattro anni, fu ideata nel 1989 negli Stati Uniti e promossa in tutto il mondo, ed ha come obiettivo quello di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella.

Informando il pubblico femminile anche sull’importanza di adottare stili di vita sani e di effettuare controlli diagnostici differenziati a seconda dell’età (prevenzione primaria e secondaria). Per questo, in Italia e da oltre 10 anni, la Campagna Nastro Rosa è frutto dell’importante alleanza tra Estée Lauder Companies e LILT, unico Ente Pubblico impegnato nella promozione della salute e nella diffusione di una corretta informazione della prevenzione oncologica, primaria e secondaria.

Il tumore alla mammella è una vera e ancora attuale emergenza (provoca infatti più decessi dell’Aids). Ma è un’emergenza risolvibile. Quello alla mammella è infatti l’unico tumore il cui investimento in cultura (leggasi prevenzione) e ricerca può davvero garantire la vita: se diagnosticato precocemente, registra la più alta percentuale di guaribilità.

Una lesione neoplastica di piccole dimensioni, al di sotto del centimetro, guarisce in oltre il 90 per cento dei casi. Per questo è importante innanzi tutto conoscere le proprie mammelle e poi sottoporsi a visite specialistiche ed esami diagnostici come l’ecografia e la mammografia.

“Fondamentale – spiega il professor Francesco Schittulli, senologo-chirurgo e presidente nazionale LILT – è il coinvolgimento attivo e diretto della stessa donna, attraverso la presa di coscienza della problematica e la consapevolezza che la diagnosi precoce è la migliore arma per combattere questa malattia. Oggi è possibile trattare il tumore alla mammella con terapie sempre meno devastanti, più limitate e conservative, che non comportano tra l’altro danni estetici e deturpanti per la donna. Di qui il forte appello ad ogni donna affinché attui la prevenzione e non abbia paura di sottoporsi a visite ed esami. La definitiva sconfitta del cancro alla mammella deve rappresentare per tutte le donne un traguardo ‘a portata di mano’ e un aspetto indicativo di come si possa vivere più a lungo e meglio. Ecco perché a partire dai 16-18 anni è auspicabile che le ragazze imparino a conoscere il proprio seno (attraverso l’autopalpazione mensile), dai 25 anni in poi è opportuno sottoporsi a una visita specialistica senologica annuale, eseguendo anche possibilmente una ecografia. Dai 50 ai 69 anni, secondo anche quanto stabilito dal Ministero della Salute, bisogna biennalmente effettuare una mammografia. È altresì consigliabile che la donna annualmente possa anche eseguire una mammografia a partire dai 40 anni“.

In Italia per la ricerca oncologica si spendono 100 milioni di euro all’anno, il valore economico delle prestazioni di due giocatori di calcio. Ma quella della vita è una partita che vale molto di più. “La guerra contro il cancro – sottolinea Schittulli – può essere vinta solo se investiamo. Per questo è importante investire in prevenzione. La campagna nazionale Nastro Rosa, grazie a Estèe Lauder, è nata proprio per educare le donne alla salute e diffondere la cultura della prevenzione come metodo di vita. Invito pertanto ogni donna a contattare le Sezioni Provinciali LILT e sottoporsi alle visite cliniche specialistiche e agli esami diagnostici che saranno effettuati nel corso del mese di ottobre”.

LA CAMPAGNA NASTRO ROSA: LE INIZIATIVE DEL MESE DI OTTOBRE

La parola d’ordine resta dunque ‘prevenzione’: stili di vita sani e controlli diagnostici differenziati a seconda dell’età. Perché, per ogni donna, prevenzione deve essere sinonimo di promozione del proprio benessere, della propria salute, ma anche della propria bellezza. Tante le iniziative che saranno realizzate, in tutta Italia, durante il mese di ottobre, ecco di seguito quali:

  • Visite senologiche per le donne con più di 25 anni. Durante il mese di ottobre gli oltre 350 ambulatori LILT, la maggior parte dei quali all’interno delle 103 Sezioni Provinciali della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, saranno a disposizione delle donne con più di 25 anni di età per visite senologiche. Per conoscere giorni e orari di apertura dell’ambulatorio LILT più vicino, in cui effettuare anche esami di diagnosi precoce e controlli, si può chiamare, per informazioni, il numero verde 800-998877 o consultare il sito www.lilt.it;
  • un sms per aiutare la prevenzione. Anche quest’anno sarà possibile contribuire attraverso l’invio di sms alla raccolta fondi da destinare alla prevenzione. Grazie a Tim e Telecom si potrà donare 1 euro inviando un sms al 48566 dal proprio telefonino o donare 2 euro chiamando da telefono fisso dal 24 settembre al 31 ottobre 2007;
  •  su nastrorosa.it, la prevenzione è online. La strada della corretta prevenzione non può prescindere dal web. A partire da metà settembre sarà rilanciato il mini portale: www.nastrorosa.it, dove verranno fornite indicazioni specifiche sulla ‘prevenzione’ del tumore alla mammella;
  • “nastro in rosa” nelle profumerie e nei punti vendita estée lauder, clinique, aramis, la mer, jo malone, saloni aveda e nelle farmacie che distribuiscono il marchio darphin. La Campagna Nastro Rosa coinvolgerà anche 500 profumerie, grandi magazzini e 500 farmacie in tutta Italia, con una serie di iniziative volte a sensibilizzare ulteriormente tutte le donne sull’importanza della prevenzione. Come ogni anno verranno distribuiti gratuitamente il nastro rosa in stoffa da indossare e la guida pocket realizzata in collaborazione con la LILT, dove trovare tutte le informazioni corrette sulla prevenzione del tumore al seno;
  • monumenti illuminati di rosa in Italia e in tutto il mondo. Nel prossimo mese di ottobre, l’Italia intera si tingerà di rosa, colore simbolo della lotta contro il tumore al seno. Una luce rosa, infatti, unirà idealmente la nostra Penisola dal Nord al Sud, con tanti monumenti, edifici e statue che resteranno illuminati per una notte o più notti a testimoniare che, grazie a un’efficace e corretta prevenzione, questa malattia tumorale si può, e si deve, vincere! E come in Italia, anche in tutto il resto del mondo si accenderanno di luce rosa location famosissime e prestigiose, quali l’Empire State Building (New York, USA), le Cascate del Niagara (Ontario, Canada), Opera House (Sidney, Australia), la Torre 101 (Taipei, Taiwan), il Ponte di Nan Pu (Shangai, Cina);
  • tanti prodotti di bellezza a sostegno della LILT. Anche quest’anno Estée Lauder Companies supporterà l’attività degli ambulatori della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, contribuendo con il 10% delle vendite del mese di ottobre di alcuni prodotti di bellezza: Idealist di ESTÉE LAUDER, un siero levigante che affina la tessitura cutanea, rende invisibili i pori e tornisce la pelle, Turnaround Concentrate di CLINIQUE, un siero quotidiano che rinnova la pelle eliminando le cellule morte, Instant Moisture Gel di LAB SERIES ARAMIS, un gel idratante per la pelle maschile, leggero e privo di oli che migliora l’idratazione mentre rinfresca e lenisce la pelle all’istante. AVEDA donerà 1 € alla LILT per ogni vendita di Hand Relief, ricca e idratante crema per le mani, che lenisce la pelle secca e screpolata con emollienti vegetali idratanti e acidi di frutta esfolianti e antiossidanti, aiutando a ridurre i segni dell’invecchiamento. Quest’anno anche DARPHIN, marchio cosmetico neo acquisito dalla Società Estée Lauder e distribuito in farmacie selezionate, donerà il 10% su ogni confezione venduta in ottobre del Trattamento Aromatico alla Rosa, un fluido che utilizza le molecole odorose naturali della rosa per lenire la pelle del viso e lo spirito di chi lo usa. I fondi raccolti serviranno a potenziare l’attività degli ambulatori della LILT, in cui già si effettuano ogni anno oltre 400.000 controlli diagnostici. Sostenitori della campagna anche La Mer e Jo Malone;
  • il contributo di WOLFORD. Da quattro anni WOLFORD, prestigiosa azienda internazionale produttrice di calze e lingerie, sostiene a livello mondiale la Campagna Nastro Rosa, con la vendita di uno speciale collant ‘Pink Ribbon’ creato per la manifestazione. Quest’anno Wolford donerà alla LILT il 10% del ricavato delle vendite dei collant ‘Pink Ribbon’: vero e proprio simbolo della campagna, questo collant 20 den, grazie alla tecnica della lavorazione opaca-trasparente, imita il collant overknee e sorprende con un effetto lacci laterali che sembrano quasi veri.

Marco Fasolino