Sei giunta alla

28ª settimana

È il momento di incominciare a pianificare il parto assieme al tuo ginecologo di fiducia ed eventualmente seguire dei corsi pre-parto. Dal seno potrebbe fuoriscire il colostro. Il bimbo pesa circa 1200 grammi e misura 35 cm di lunghezza. Nel caso di una nascita prematura, le speranze di sopravvivenza sono buone.

immagine settimana 28
featured image trend

La mamma

MammaProbabilmente, da ora incomincerai a vedere il tuo medico almeno un paio di volte al mese; alcune donne richiedono controlli maggiori in questo periodo, mentre altre rivolgono l’attenzione al breve tempo che le separa dal giorno fatidico del termine. È giunto il momento, allora, se non l’hai già fatto, di discutere con il tuo medico su come prepararsi al parto. Se hai avuto modo di seguire corsi preparto, hai già un’idea di quelli che possono essere gli interventi e le alternative correlate al parto. Se invece non ne sei a conoscenza, ci permettiamo di consigliarti qualche lettura in materia.
Le domande più comuni che solitamente ci vengono poste, riguardano l’episiotomia, il monitoraggio fetale, i dolori del parto. A questo punto della gravidanza, dal tuo seno potrebbe fuoriuscire il colostro, un liquido giallo sieroso, molto ricco di immunoglobuline di classe A, secreto dalle tue ghiandole mammarie, attraverso il quale trasmetterai le tue difese immunitarie al bebè, che lo proteggeranno nei primi mesi di vita. Ma se non dovesse essere presente, ciò non vuol dire che non potrai allattare.

Il bebè

28a_settimana Si stanno formando le ciglia degli occhi e comincia a depositarsi il grasso sottocutaneo. Se avrai un maschietto, è probabile che i suoi testicoli stiano già scendendo. Se avrai una femminuccia, i genitali saranno ben riconoscibili con l’ecografia, anche se non sei un’esperta. Il tuo bimbo misura circa 35 cm e pesa circa 1200 grammi. Un bimbo che dovesse nascere prematuramente a quest’epoca gestazionale, con l’aiuto della tecnologia medica, ha buone possibilità di sopravvivenza.

Gemelli

GemelliMolti medici consigliano di smettere di lavorare e di riposarsi almeno 6 ore al giorno, anche se non hai un alto grado di stress o un lavoro che richieda notevole sforzo fisico. È ben dimostrato che anche il lavoro dietro una scrivania produce elevato stress.

Il papà

PapàSono le due di notte e mentre tu stai beatamente sognando di vincere il Gran Premio di Montecarlo di Formula Uno, vieni svegliato di soprassalto da una donna incinta che tira energicamente il tuo pigiama. Riprendi i sensi (o almeno credi), ti siedi in mezzo al letto e le chiedi se è sicura che sia giunto il momento…! “Certo che no – replica – non è ancora il momentoè che mi è venuta una gran voglia di patatine fritte di Mc Donald’s. Ora o mai più!
Nooooo…!!! Non è il travaglio, sono solo voglie!! Lei sta solo desiderando strane cose mentre tu avresti solo voglia di dormire! Insiste e sei consapevole che non la smetterà fino a quando non l’avrai accontentata. Cosa deve fare un papà per sopravvivere!!! In un certo senso, è una cosa molto comune e già prefigura il momento in cui, nel mezzo della notte tuo figlio si sveglierà  chiedendoti di andare al Mc Donald’s! Cerca di distogliere la madre da queste voglie perverse proponendole spuntini più salutari, consapevole del fatto che non le faranno mettere su troppi chili. Se i tuoi buoni propositi non dovessero funzionare, tieni chiavi e ciabatte a portata di mano e parti… direzione? Il Mc Donald’s più vicino…!!
IMPORTANTE: Ricorda che queste informazioni sono a carattere generale. Ogni gravidanza è diversa da un’altra, quindi per qualsiasi domanda, contatta il tuo medico curante.

condivisioni & piace a mamme