Il periodo più bello della mia vita…

Il periodo più bello della mia vita…

Già, nove mesi d’amore! Il periodo che oggi, mamma di Fabrizio, un bimbo di 11 mesi, ricordo con emozione e nostalgia! Con mio marito lo abbiamo desiderato e cercato per quasi un anno, non arrivava. Tutti i medici continuavano a dirci che era tutto a posto, che sia io che mio marito non avevamo problemi di sterilità  (il suo spermiogramma era perfetto) ma l’unica ragione per cui non riuscivo a rimanere incinta era un forte stress lavorativo.

In effetti vivevo una situazione lavorativa terribile e non mi davo pace, mi stava venendo un vero esaurimento perché non accettavo l’idea di non poter avere un bambino a causa di colleghi senza scrupoli!

Ho chiesto di essere trasferita in un altro ufficio, avevo bisogno di serenità  e, non contenta, ho deciso di rivolgermi ad un centro sterilità. Tramite una conoscente (Monica) riesco ad avere un appuntamento piuttosto veloce in centro di sterilità  dove il ginecologo decide di praticarmi un’isteroscopia perché potevano essere le mie tube sporche a non farmi rimanere incinta (sospetta endometriosi, visti i miei cicli dolorosissimi).

Era il 18 Maggio 2004, mi prepara la cartella per il ricovero e dice che a giugno ho un colloquio con l’anestesista e a luglio procediamo. Io gli chiedo di aspettare settembre, magari in vacanza ad agosto mi rilasso un po’ e riesco a concepire, lui accetta.

Nel frattempo nel nuovo ufficio mi trovo bene, conosco colleghi molto sorridenti, è tutto un altro vivere… comincio a svegliarmi alle 3.00 di notte, ogni notte sono insonne e mi chiedo come mai… non capisco!

Il 18 giugno aspettavo il ciclo che non arrivava, ma non faccio nessun test, avevo già  avuto ritardi nei mesi precedenti che mi facevano solo illudere ed invece erano causati da sbalzi ormonali (ogni volta che arrivavano le rosse era sempre un pianto!!!)!

Lo dico a mia mamma che mi dice: questa è la volta buona… ma io non le credo e continuo ad aspettarmi le rosse… dopo 10 gg faccio un test e mi sembra di svenire, saltavo e correvo per tutta la casa con le lacrime agli occhi… mio marito era smarrito!

Il giorno dopo chiamo il ginecologo che si congratula e mi dice che avrebbe strappato la documentazione per l’isteroscopia!

Inizia il periodo più bello della mia vita… la gravidanza è andata avanti senza alcun problema e oggi che stringo tra le braccia il mio Fabrizio penso che avrei fatto di tutto per averlo con me!

Ricordo la prima ecografia, mio marito che mi ha accompagnata che non voleva darmi l’eco, se la teneva stretta e io che cercavo di prendergliela, sembravamo due bambini in strada tanto che una coppia di circa 60 anni ci ha guardati e ha sorriso facendoci le congratulazioni.

Ricordo di essermi messa a ricamare e a fare a maglia, io che mi sono sempre rifiutata quando mia mamma voleva farmi applicare perché mi snervo in questo genere di cose! Ricordo quando, nonostante la stanchezza e le nausee, rientravo dal lavoro e andavo a cercare tutine e bavaglini per il mio angelo… qualcuno mi diceva che era troppo presto e potevo rimanere delusa ma io non mi curavo del loro dire perché ero ottimista!

Ricordo con quanto Amore abbiamo preparato la sua stanzetta, prima che lui nascesse abbiamo cambiato casa e la prima stanza finita è stata quella di Fabrizio che sarebbe arrivato di lì a 2 mesi. Ricordo le mie coccole alla pancia, i momenti in cui ascoltavo la musica e cantavo per il mio piccolo (adesso Fabrizio adora la musica ed è l´unico modo per farlo stare bene quando è annoiato o lagnoso per qualcosa).

Ricordo i miei dialoghi con lui quando scalciava e rispondeva ai miei toc toc sul pancione! Presto cercheremo un fratellino o una sorellina per Fabrizio e sto già  pensando a come mi sentirò! è davvero un periodo magico! Grazie per avermi dato la possibilità di rivivere tutto quell’Amore provato scrivendo questa pagina.

Simona Dello Russo