Vacanze di Natale e bambini? Il connubio perfetto quando si pensa all’allegria delle feste e al calore familiare. Ma con gli asili chiusi i bambini rimarranno a casa.

Come ogni anno, certo, ma questo sarà diverso rispetto ai precedenti, visto l’imminente periodo di lockdown. Quindi, vacanze di Natale e bambini (chiusi in casa) non è più un pensiero tanto armonioso per i genitori che non sapranno come far trascorrere il tempo ai propri bebè.

La domanda che la maggior parte delle mamme si pone proprio in vista di questi giorni di chiusura totale, ruota sempre intorno allo stesso argomento: cosa far fare ai bimbi a casa? Quali lavoretti e giochi proporre ai propri bimbi per divertirli?

Spesso non si hanno tantissime idee originali con la conclusione che ci si annoia facilmente e le giornate appaiono infinite. Ma non questa volta, perché abbiamo pensato di venire incontro alle necessità familiari regalandovi alcune idee e giochi creativi da fare in compagnia dei figli rimanendo comodamente in casa.

Vacanze di Natale e bambini: i giochi creativi da fare in casa

Come tenere occupati i bambini durante le vacanze natalizie? All’inizio sembra facile, i primi giorni passano in fretta ma poi, con il trascorrere delle settimane, tutto diventa più difficile: le idee scarseggiano, i bambini iniziano ad annoiarsi e l’idillio del Natale è solo un mero ricordo andato.

Per evitare tutto ciò, alcuni consigli pratici, utili e sicuramente originali da proporre ai bambini ma, soprattutto, da fare in casa! Partiamo dai viaggi, ebbene sì, si può viaggiare anche rimanendo in casa.

Viaggiare rimanendo in casa: ecco come esplorare nuovi paesi

L’idea parte da un articolo pubblicato dal New York Times nella quale, Oneika Raymond, esperta di viaggi e lifestyle corrispondente per la NBC New York, ha esposto il suo modo, molto originale per far esplorare nuovi paesi ai più piccoli rimanendo a casa.

Non serve sempre prendere un aereo e partire per esplorare paesi nuovi, basta solamente  scegliere un giorno nella quale si intende “viaggiare virtualmente” e affidare al bimbo il compito di pianificare il viaggio. Come?

Lasciate che il bimbo scelga una qualsiasi città, quindi aiutatelo a replicare ciò che ha trovato. Per esempio: la scelta è Shanghai? Bene, trovate insieme una ricetta che identifichi quel luogo particolare e riproducetela insieme non dimenticando di decorare la tavola come al ristorante e con le usanze di quella città.

Oppure, semplicemente visitate virtualmente alcuni paesi online con giochi basati sulla geografia come il videogioco GeoGuessr.

In questo periodo la tecnologia è di grande aiuto, almeno finché non si è sicuri di poter viaggiare di nuovo.

Riprodurre un museo a casa o una mostra d’arte

Un’altra idea originale è quella di ricreare una mostra in casa. Questo “lavoretto creativo” non poteva che nascere dalla mente di un altro creativo: Bar Rucci, grafico creativo. È lo stesso Rucci ha spiegare come mettere in pratica con i figli una mostra d’arte direttamente a casa:

Coprite le pareti con carta kraft, incollate il disegno sopra ed etichettate ogni pezzo con un titolo.

Oppure, usate alcune stanze della casa in modo da avere delle vere e proprie gallerie per artisti o per stili diversi, quindi invitate il resto della famiglia a passeggiare per la galleria.

Si può ricreare anche un piccolo museo dove i protagonisti sono i giocattoli dei bimbi. Via libera, dunque, ad animali di peluche, dinosauri di gomma e, per le bimbe, una super collezione di bambole.

Come ricreare un parco a tema in casa

Quale miglior gioco se non quello di ricreare la meraviglia di un parco a tema, magari prendendo spunto da Disneyland. L’idea oltreoceano è stata suggerita da Carey Larson, la donna che ha visitato per ben 30 volte Disney World e che aiuta le famiglie a pianificare i propri viaggi.

La Larson, ha spiegato che non c’è niente di più magico nell’atmosfera fantastica e fiabesca di un parco a tema come Disney World, ed ecco che riprodurre una parte di esso in casa diventerà una favola anche per i bambini. Come? Seguendo alcune indicazioni.

Se in passato avete avuto la fortuna di visitare il parco a tema, insieme ai bambini potete guardate le immagini in modo da sapere quali dettagli ricreare. Se, invece, non avete mai visto il parco a tema da riproporre, potete attenervi a semplici immagini a tema Topolino.

Chiedete ai bambini di preparare uno zaino con tutto l’occorrente. Potete guardare la parata e i fuochi d’artificio su YouTube, per esempio, per avere la sensazione di essere lì di persona. Il trucco – sostiene la Larson – sta nel catturare i sensi, quello che vedete, ma anche quello che potete annusare e gustare.

Per i pasti, stampate i menu di Disneyland che potete trovare online. E anche se avete il frigo pieno, lasciate che vostro figlio ordini comunque qualcosa dal menu, l’esperienza sarà speciale per lui. Per farlo, potete scaricare l’app My Disney Experience contenente tante ricette prelibate proprio a tema Disney.

Vacanze di Natale e bambini: ricreare una giornata in hotel, ma a casa!

Una giornata in hotel con tanto di spa e percorso benessere a casa propria in compagnia dei vostri bimbi vi sembra un’utopia? Ebbene, se questa esperienza verrà vista come un gioco, state pur certi che i vostri bimbi apprezzeranno e voi, vi rilasserete.

La cosa più speciale delle vacanze in famiglia è che i bambini vedono i genitori rilassati. Questo è importante e fa capire quanto sia fondamentale ricreare quel clima da vacanza, anche rimanendo in casa. La giornata in hotel sarà un gioco molto apprezzato da tutta la famiglia. Ecco qualche idea:

La giornata in hotel può consistere, per esempio, nel mangiare di mattina la colazione ma anche il pranzo, in camera da letto, rigorosamente in accappatoio, magari sul pavimento e davanti alla TV.

Questo “servizio” viene molto apprezzato dai bambini perché rompe le regole quotidiane del mangiare seduti a tavola vestiti e, ovviamente, non in camera da letto. Cambiando spazio, i bambini cambiano prospettiva, valutando il semplice mangiare a letto come un gioco trasgressivo.

Per chi ha una bimba, l’ideale è “prenotare un trattamento spa” in cucina. Cosa fare? Per esempio, preparate insieme a vostra figlia uno scrub con zucchero grezzo, olio di cocco, estratto di vaniglia e oli essenziali di lavanda.

I bambini, e in modo particolare, le bambine, apprezzeranno maneggiare gli ingredienti e voi, apprezzerete la vostra pelle che, per gioco, risplenderà con un vero trattamento di bellezza.

Potete anche usare l’impacco sulla pelle dei bambini ma, essendo questa molto più sensibile, applicatela solo su mani e piedi, evitando il viso. Insomma, tanti giochi carini e, soprattutto, originali che metteranno d’accordo l’intera famiglia.

Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Bambino (1-3 anni)