Ecco spiegato perché i neonati sorridono nel sonno

Vedere sorridere un neonato nel sonno è una delle immagini più dolci e misteriose a cui un adulto non sa dare una risposta ma la scienza sì. Ecco la spiegazione

Capita spesso di osservare i neonati che sorridono nel sonno e quel gesto che sa di serenità, riempie il cuore di chi, in quel momento, sta guardano tanta meraviglia. Ma perché ai bambini capita di sorridere mentre dormono?

Ecco spiegato perché i neonati sorridono nel sonno

La domanda del “perché i neonati sorridono nel sonno” è una delle tante curiosità che affascinano il mondo misterioso del bambino. L’espressione facciale del sorriso del bebè mentre dorme non è altro che un’azione involontaria, non legata al sorriso così come noto.

Bisogna ricordare che quasi il 90% dei neonati inizia a sorridere entro i primi 2 mesi di vita e non prima. A darne prova certa anche uno studio del 2012 sviluppato dal Prof. Caspar Addyman della London Birkbeck University che ha dedicato proprio un laboratorio sullo sviluppo cognitivo dei bebè con l’obiettivo di indagare sul quando i neonati iniziano a sorridere, il Babylab

I risultati indicano che nei primi 12 mesi di vita, il sorriso così come il pianto, sono per il neonato l’unica forma di interazione sociale ed è per questo che interpretarli al meglio è fondamentale. Ma quando il sorriso accade nel sonno è tutta un’altra “interpretazione”.

Infatti, durante il riposino pomeridiano o di notte, il sorrido del neonato, in sostanza, è semplicemente dovuto a una situazione di rilassamento ed è quindi considerato un gesto naturale e involontario.

Quando nasce il senso dell'umorismo nei bambini? La risposta della scienza

Come si sviluppa il sorriso nel neonato, le tappe

Il sorriso dei bebè se nei primi 60 giorni è, come abbiamo visto, un riflesso incondizionato, nei mesi successivi si sviluppa seguendo delle tappe ben precise.

  • Dai 2 ai 4 mesi: i neonati perfezionano i sorrisi sociali rivolti esclusivamente ai genitori;
  • Dai 4 ai 6 mesi: i bebè ridono in risposta a uno stimolo come ad esempio il solletico o come reazione a una faccia buffa;
  • Dai 6 agli 8 mesi: i neonati rispondono agli stimoli provocati dai giochi.
Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Categorie

  • Neonato (0-1 anno)