Susie Troxler è una psicologa della Carolina del Nord e la sua storia ha del miracoloso: mamma a 50 anni dopo 10 anni di tentativi.

La strada che ha portato Susie e il marito Tony al giorno del parto è stata lunga e iniziata molto prima che la coppia si rendesse conto che stavano attraversando un periodo difficile nel concepire.

Mamma a 50 anni dopo 10 anni di tentativi: È un miracolo

Lily Troxler è il miracolo che ha permesso a una donna di 50 anni di essere finalmente mamma. Susie, ha dato alla luce la sua piccola Lily dopo svariati tentativi fallimentari durati ben 10 anni. Sia lei che il marito e neo papà, Tony (61 anni) ora sono al settimo cielo per la nascita della loro primogenita avvenuta il 29 settembre scorso.

Mamma Susie ha riferito a TODAY Parents:

Non ho nemmeno le parole, è surreale. Ancora non riesco a crederci. Ho passato così tanto tempo a essere me stessa, prima, e poi a essere una moglie. Quindi ora, questa idea di essere una mamma è… è ancora un ‘wow’ per me.

Susie Troxler
Susie Troxler foto FaceBook

La coppia durante il loro matrimonio non si era mai posta il problema che probabilmente potevano esserci delle difficoltà nel concepimento. Infatti, dopo 8 anni di tentativi e senza mai un test di gravidanza positivo, la coppia ha iniziato a domandarsi il motivo.

I problemi legati all’infertilità di coppia sono molto comuni anche se, spesso, fino al momento della scelta di concepire, la coppia non se ne preoccupa affatto. In merito a ciò, infatti, il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti sottolinea che ha sperimentare problemi di fertilità sono:

  • il 9% degli uomini;
  • l’11% delle donne.

È la stessa Susie ad aver affermato:

Non ci siamo nemmeno resi conto che c’era un problema di fertilità quando ci siamo sposati, perché stavamo solo facendo la cosa della coppia. Io stavo lavorando, lui stava lavorando e noi eravamo solo occupati.

Le donne con endometriosi non diagnosticata hanno problemi a concepire senza IVF

I problemi nel concepire? L’endometriosi di mamma Susie

È stata durante una visita ginecologica di routine che il medico curante di Susie ha “svelato” il problema del mancato concepimento nella coppia: fibromi uterini, ovvero, escrescenze non cancerose dell’utero.

Susie è stata sottoposta a intervento chirurgico per rimuovere i fibromi ma dopo la buona riuscita dell’intervento, però a Susie è stata anche diagnosticata l’endometriosi, una condizione ginecologica dolorosa in cui il tessuto di tipo endometriale cresce fuori dall’utero. Insomma, non propriamente un percorso facile per la futura mamma ma anche per il papà, il quale presentava anch’esso dei problemi di salute.

Tuttavia, la coppia era determinata a provarci anche se il medico aveva detto loro su quanto sarebbe stato difficile concepire e per lei portare a termine una gravidanza sana.

Era molto chiaro che questa sarebbe stata una battaglia in salita fin dall’inizio. Ho subito un intervento chirurgico al fibroma a gennaio del 2019, ho attraversato il processo di guarigione e poi hanno raccolto uovo dopo uovo. Ho attraversato diversi cicli di recupero degli ovociti e l’inseminazione degli ovuli e niente di tutto questo. Niente, niente, niente.

La svolta decisiva con la fecondazione in vitro

Nel 2019 la coppia ha subito un trasferimento di embrioni  ma con scarsi risultati, poiché l’embrione non è riuscito ad attecchire. Poi, quando il Covid iniziò a diffondersi negli Stati Uniti, Tony e Susie rimasero con un embrione vitale e quella che la coppia considerava la loro ultima possibilità.

La positività della coppia ha contribuito a tenere alto il morale ad entrambi. Sia Susie che Tony non si consideravano “meno di” solo perché non erano genitori.

Non stavamo aspettando che arrivasse la nostra gioia una volta che abbiamo avuto figli. Eravamo in un posto dove se si fosse scoperto che non abbiamo mai avuto figli nostri, sarebbe andato tutto bene. Non ci sarebbe piaciuto, ma saremmo stati in un luogo di pace al riguardo.

Avevamo quel secondo embrione, congelato, e sapevamo che non volevamo lasciarlo congelato per sempre. Così siamo andati avanti e hanno fatto un trasferimento di embrioni. Ed eccoci qui: i genitori.

Il 29 settembre 2021, esattamente sei mesi dal compleanno di Susie nasceva Lily. Un vero miracolo!

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie