Praticare sport fa bene a qualsiasi età e iniziare sin da bambini è il modo migliore per crescere in salute anche ai tempi del Covid. Con la pandemia e la chiusura delle scuole e asili nido causa lockdown passati si è assistito a un aumento di peso, stress e apatia nelle fasce d’età più giovani.

Questo ha portato a stati d’ansia generalizzata, paura di socializzare in ambienti esterni e, in casi estremi, all’obesità infantile e ai disturbi alimentari. I genitori in questo devono essere una guida sicura per i loro figli, spronarli a fare sport per il loro benessere psicofisico. Ma come rendere l’attività sportiva sicura in pandemia? Ecco alcuni consigli che mamma e papà possono seguire.

Bambini e sport, un toccasana per l'autostima e non solo

I bambini e lo sport ai tempi del Covid: genitori sempre più indecisi

In un periodo storico come quello che stiamo vivendo, i genitori si trovano subissati da informazioni, spesso non corrette e contraddittorie, in merito alla sicurezza nel far seguire uno sport al proprio bambino o meno.

Le fake news molte volte frenano i buoni intenti dei genitori che preferiscono rinunciare (per sicurezza) all’attività sportiva del piccolo a favore di una “protezione” sbagliata ed eccessiva. Quindi, i genitori sono di frequente costretti a decidere da soli quello che è più giusto o più corretto far fare al proprio figlio.

Proprio per evitare il propagarsi dell’infezione da Covid, le misure più importanti che sono state stabilite per limitarne il contagio sono 3:

  • distanziamento fisico;
  • uso della mascherina;
  • lavaggio frequente delle mani.

Ma come si possono applicare queste misure preventive all’attività sportiva?
Per motivi noti, come specificato dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù:

La mascherina non può essere indossata mentre si pratica attività fisica o sport. Per quanto riguarda l’igiene delle mani, ci sono sport “più puliti” e “meno puliti”: ad esempio il calcio e il nuoto sono due sport con condizioni di pulizia differenti: il distanziamento fisico è la misura di prevenzione che fa la differenza durante l’attività sportiva.

Pfizer, entro l'anno via libera al vaccino Covid per i bambini dai 6 mesi ai 5 anni

Consigli per i genitori: lo sport (sicuro) in pandemia

Per i bambini over 12 anni, l’avvio delle vaccinazioni contro il Covid ha reso possibile praticare anche quegli sport di contatto considerati, fino a poco tempo fa, altamente sconsigliati per via della distanza ravvicinata e la facilità di contagio.

Ma per i bambini più piccoli dove, ancora ad oggi, non vi è la possibilità di vaccinarsi contro il Covid, i dubbi se praticare determinati sport è tra i genitori molto elevata. Questo, però, non deve ricadere sulla salute dei più piccoli, costretti a rimanere “in panchina” per via del coronavirus. Ecco, come i genitori dovrebbero intervenire se si decide di far praticare attività fisica al proprio bambino.

Prima dell’inizio dell’attività sportiva il genitore dovrebbe capire le regole di sicurezza e parlane con il proprio figlio. Inoltre:

  • dovrebbe assicurarsi che il bambino abbia la mascherina per il viso, un disinfettante per le mani, un asciugamano e una bottiglia d’acqua con su scritto il proprio nome e cognome;
  • rivolgersi al pediatra per un controllo o un esame fisico pre-partecipazione;
  • se il bimbo non pratica sport o attività sportiva da molto tempo, iniziare sempre con un allenamento o degli esercizi molto rilassanti. In tal caso è consigliata una corsa leggera (per principianti);

Prima dell’allenamento o delle eventuali partite,il genitore dovrebbe:

  • assicurarsi che il proprio bimbo stia bene prima di ogni incontro sportivo. In caso contrario, rimanere a casa;
  • chiedere ai bambini di lavarsi le mani prima di arrivare a casa e prima e comunque appena possibile nel corso degli allenamenti. In caso non siano disponibili sapone e acqua, usare il disinfettante per le mani (da avere sempre con sé);
  • l’attrezzatura sportiva che userà il bimbo deve essere etichettata con nome e cognome, così come la borraccia, l’asciugamano, ecc.
  • per i bimbi non vaccinati, incoraggiarli a indossare la mascherina in ambienti chiusi affollati.

Durante l’ora di sport

  • insegnare ai bambini che in caso di disturbi fisici, si deve informare l’allenatore e, di conseguenza, va lasciato il gioco in compagnia di un genitore.

Bambini e Sport: il ritorno all’attività fisica dopo l’infezione da Covid

Se il bambino risulta positivo al Covid, il genitore dovrà immediatamente avvisare il pediatra di fiducia. Quindi, in un secondo momento dovrà:

  • sottoporre a screening il bambino anche senza sintomi o sintomi lievi da Covid per scongiurare possibili sintomi cardiaci;
  • i bimbi con sintomi moderati non dovrebbero riprendere l’attività sportiva fino a quando i loro sintomi non sono scomparsi e hanno avuto uno screening cardiaco nella norma;
  • i bambini che hanno avuto sintomi gravi di Covid devono essere trattati come se avessero un muscolo cardiaco infiammato (miocardite) e non dovrebbero allenarsi per  almeno 3 – 6 mesi. Prima di riprendere l’attività fisica, il bambino deve avere il lascia passare da un cardiologo pediatrico il quale esaminerà lo stato di salute fisica del bimbo.

In quali sport non devono essere indossate le mascherine

Chiunque non risulti vaccinato dovrebbe indossare la mascherina nei luoghi indoor dove si pratica l’attività sportiva. Mentre, se l’allenamento viene svolto all’aria aperta, il bimbo dovrà indossarla solo in panchina, a bordo campo e nelle riunioni di squadra. Inoltre, le mascherine non devono essere indossate durante:

  • sport acquatici;
  • ginnastica e ginnastica acrobatica;
  • wrestling.

Un ultimo consiglio, come suggerito dall’U.S. Centers for Disease Control and Prevention, per aiutare a proteggere i bambini non vaccinati, il genitore dovrà spiegare loro di evitare:

  • il batti cinque;
  • i colpi di pugno;
  • le strette di mano;
  • condividere cibo o bevande;
  • cantare quando si è a una distanza ravvicinata;
  • sputare o soffiarsi il naso senza un fazzoletto;
  • conservare l’attrezzatura sportiva personale ad una distanza di sicurezza di almeno un metro dalle altre attrezzature.
Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Categorie