Anonimo

chiede:

Gentile dottore, volevo aggiornare la situazione ed avere ancora un suo parere. Ora mi trovo alla 31 settimana. Ho fatto altre due ecografie, non effettuate dallo stesso operatore, per monitorare l iugr. Alla prima di queste, effettuata dopo una settimana dalla prima diagnosi (15 centile), risultava una crescita al 50 percentile con liquido amniotico e flussi nella norma. Nella successiva ecografia flussimetrica, una settimana dopo, risultava una crescita al 21,2 percentile. Liquido amniotico Falda sup.1,1 Falda sup dx 4,3 Falda inf sx4,7 Falda inf dx3,2 Falda maggiore 4,7 AFI 13,3 Ecodoppler A. ombelicale pi 0,89 A. Cerebrale media pi 1,72. Non mi è stato detto nulla circa i controlli futuri. Potrebbe darmi un suo parere? Ogni quanto si dovrebbe monitorare la situazione? Troppe ecografie o troppo ravvicinate possono fare danni al feto? Grazie Mari

Redazione

Redazione

risponde:

In casi di sospetto ritardo di crescita è enormemente più pericoloso non effettuare controlli appropriati che eseguire numerose ecografie che si possono ritenere sostanzialmente innocue.
In questi casi è fondamentale l’esperienza del medico che esegue le ecografie. Sicuramente un incremento biometrico settimanale corrispondente a quanto atteso rende ottimisti. I parametri eco-color-doppler da utilizzare per poter esprimere un giudizio sono numerosi e oltre quelli che lei in ogni caso mi riporta. A distanza è purtroppo impossibile dire altro. Il consiglio che posso darle e di stare tranquilla, ma di eseguire ecografie rigorosamente di secondo livello con apparecchiature adeguate e personale adeguatamente istruito.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo