Stitichezza o minaccia d'aborto? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, ho 36 anni e sono alla 14° settimana della mia prima
gravidanza,
fin dall’inizio ho avuto dolori e tensioni alla pancia e tutt’ora dopo
che sto in piedi per poco, sono costretta a riposarmi per i dolori;
ultimamente ogni mattina prima di riuscire ad andare di corpo mi
vengono delle fitte molto forti al basso ventre; ho anche molti
problemi di stitichezza, così cerco di mangiare molte verdure e bere
molti liquidi ma spesso inutilmente. Alla 12° settimana quando ho
eseguito l’esame Ultrascreen, mi hanno riscontrato 2 zone riconducibili
a 2 fibromi o a 2 contrazioni.
Purtroppo fino ad ora non ho avuto risposte esaurienti riguardo la mia
situazione e sono abbastanza preoccupata, mi potrebbe dare qualche
consiglio e informazione in più per cortesia? Inoltre volevo sapere se
posso avere la maternità a rischio e da quale mese è possibile
concederla?
La ringrazio

Gentile signora Grazia, penso che il suo ginecologo sia in grado di distinguere
tra disturbi legati alla stitichezza e quelli di una minaccia d’aborto.
Se si tratta di stitichezza esistono numerosi rimedi. Se si tratta di minaccia
d’aborto, invece sarà indispensabile oltre le cure, anche il riposo e quindi
un’assenza dal lavoro, giustificata da un semplice certificato medico.
Per il certificato di gravidanza a rischio che permetta una maternità anticipata
di uno due o più mesi, le cose sono molto più complicate, dovendo attestarsi
una grave condizione, provata da ricoveri ospedalieri frequenti. Cordiali
saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo