Anonimo

chiede:

Gentili medici, ho 28 anni e sono in attesa del mio primo figlio. Sono alla 33^ settimana di gravidanza. Finora tutto ok. Ho eseguito la translucenza nucale (negativa), l’eco morfologica (non riscontrati problemi) e un’ulteriore eco alla 28^ settimana per valutare la crescita del bambino (sono affetta da aplasia midollare della serie rossa e assumo medrol 4 mg anche in gravidanza). Ieri ho eseguito eco del terzo trimestre che ha evidenziato: DBP 89; CC 31, 37; CA 29; LF 64; è stato inoltre riscontrato una sospetta ipertrofia del setto interventricolare che secondo il medico che ha eseguito l’eco poteva dipendere dalla posizione del bambino. Ora io sono molto preoccupata al riguardo. È possibile che questa anomalia sia davvero presente e sia indice di qualche altra malformazione fetale? È possibile che il mio bambino presenti dei problemi alla nascita? Spero in una vostra risposta. Cordiali saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, se il sospetto di ipertrofia del setto deriva da una ecografia di base o di primo livello, non si preoccupi eccessivamente ed esegua in ogni caso un secondo livello (per quanto sarà possibile valutare da una unica osservazione tardiva).
Se invece il sospetto deriva da una eco di secondo livello, occorrerà seguire il reperto che, almeno da quanto mi scrive, sembra essere l’unico elemento dubbio.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo