Anonimo

chiede:

Salve dottori, scrivo per sottoporvi il mio caso. ho 30 anni,siamo in cerca di una gravidanza e la precedente gravidanza purtroppo è andata male:ho partorito a 30 settimane e per complicanze legate alla prematurità il bimbo è venuto a mancare. Sto facendo tante analisi ed accertamenti e cure per curare anche una escherichia coli che viene continuamente. E l’ultimo esame che ho fatto, la isg, non ha dato buoni risultati. Mi può aiutare a capirci meglio visto che il radiologo ha inteso una cosa mentre il ginecologo me ne ha presentata un’altra? Riporto in fede l’intero esito della isg: Non immagini x-opache di interesse patologico all’esame diretto. Canale cervicale regolare. Cavità uterina di dimensioni nei limiti,conformata a sella. A destra: agevole il passaggio del mdc attraverso la tuba che mostra calibro regolare, scarso il passaggio del mdc in cavità addominale. A Sinistra: agevole il passaggio del mdc attraverso la tuba che mostra calibro regolare, NON normale il conseguente spandimento endoperitoneale del mdc che si raccoglie in SACCA in proiezione del sacro in paramediana sinistra. Il mio gine vedendo anche le lastre ha visto che per l’utero sellato non ci sono problemi visto che è molto molto molto lieve (e questo lo ha detto anche il radiologo), ma vede dei problemi invece nella zona-sacca in cui il liquido mdc si raccoglie. In pratica dice che c’è o c’è stata in passato (anche all’età di 8-9 anni) una infezione che ha creato questa sacca in proiezione del sacro in paramediana sinistra che BLOCCA-OTTURA-CHIUDE ls tuba sinistra. Quindi dice che dato che questa tuba è “andata” e non funziona avrei il 50% di probabilità di concepire (cioè l’ovocita dovrebbe andare sempre nella tuba destra, quella buona, per poter concepire e questo non avviene in tutti i mesi, in più ho l’ovaie micropolicistiche). Il radiologo invece mi ha detto che le tube sono aperte-pervie, ma il passaggio-flusso avviene in modo lento perchè è stretto e quindi, continua dicendo, che il concepimento è possibile,visto che ho avuto una gravidanza, ma ci metterei molto molto più tempo rispetto al normale. Cosa ne pensate??? Sono molto preoccupata perchè anche se le due opinioni sono leggermente diverse, alla fine sembra che dicono la stessa cosa!!!! Grazie mille per l’aiuto e chiedo soltanto una cortesia, cioè di rispondere in maniera CHIARA, a me comprensibile, senza grandi paroloni. Grazie

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Emanuela,
per un parere attendibile occorrerebbe visionare i radiogrammi. Se c’è passaggio in addome del mezzo di contrasto non c’è dubbio che le tube siano pervie, oppure non vi sarebbe alcun spandimento in addome. Dalla descrizione del radiologo sembra che il mezzo di contrasto si raccolga in questa “sacca”, dopo essere fuoriuscito dalle tube. Se questa interpretazione è corretta, potrebbero esserci delle aderenze che formano degli pseudospazi saccati in cui il mezzo di contrasto tende a ristagnare. In questi casi potrebbe essere utile eseguire delle radiografie il giorno successivo all’esame, per vedere se il mezzo di contrasto rimane fermo in questa sede o se invece si spande. In ogni caso il dato potrebbe invitare a ulteriori accertamenti, come una laparoscopia, per avere una visione diretta della sua sfera genitale interna, e anche per cercare di sbrigliare le eventuali aderenze. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo