Anonimo

chiede:

Gentile dottore, purtroppo dopo amniocentesi eseguita alla 16 settimana +
3 giorni ho avuto perdite di liquido amniotico e dall’eco si è evidenziata
una rottura delle membrane. Dopo la prima visita al ps dove in un primo
momento non si evidenziava liquido amniotico attraverso il test, ho avuto
un ulteriore perdita di liquido. Effettuata dopo due giorni l’eco, i medici mi dicono che il liquido è sufficiente e anche alla prima eco lo era (eseguita prima della seconda perdita di liquido). Sono stata
ricoverata per 6 giorni con flebo di antibiotici + vasosuprina). Sono
stata dimessa e dopo sei giorni dalle dimissioni ho effettuato un eco di
controllo dove mi viene detto che è tutto nella norma e che posso
riprendere la mia vita di sempre ovviamente con le opportune cautele. La
mia domanda è: può tutto questo aver influito sulla crescita sana del mio
bambino? Potrebbe aver problemi di salute il mio bambino una volta nato? Anticipatamente ringrazio per la sua gentilezza.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora, quando si rompono le membrane dopo amniocentesi, evento raro ma purtroppo previsto dalla procedura stessa, non c’è possibilità di proseguire la gravidanza con successo a causa della continua fuoriuscita di liquido e del rischio di infezioni della cavità amniotica stessa.
Se il PROM test è negativo e il liquido normale, significa che non c’è stata questa complicanza e che la gravidanza è in regolare evoluzione e non avrà complicazioni. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo