Anonimo

chiede:

Vorrei sapere quali sono le probabilità di gravidanza con una diagnosi di utero unicorne.
Ho 35 anni e cerco la gravidanza da quasi 10, i cicli sono ovulatori, gli esami ormonali vanno bene, non presento infezioni; sono ipotiroidea (eutirox 100), e 6 anni fa c’è stata una gravidanza spontanea terminata con un aborto interno alla 9 sett.
Per la parte maschile tutto va bene.
Mi è sempre stato detto di avere un utero un po’ piccolo, ma questa diagnosi non me l’aspettavo.
Cosa mi suggerite?
Distinti saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora Stefania,
la presenza di un utero unicorne (le cui caratteristiche vanno ben definite anche con ecografia completa di flussimetria, isteroscopia e laparoscopia) non impedisce l’inizio di una gravidanza ma, se esso non cresce adeguatamente allo sviluppo del prodotto del concepimento, ne mette in pericolo il corretto proseguimento ed esito, provocando aborti tardivi o, nella migliore delle ipotesi, parti pretermine. Nel suo caso, visto che l’aborto pregresso è da considerare precoce (quindi probabilmente dovuto ad altre cause), espletati i predetti accertamenti, è lecito tentare un nuovo concepimento e sperare in un possibile successo. Ovviamente è fondamentale anche uno stato eutiroideo (ottenuto con le giuste dosi di Eutirox), da controllare con i dosaggi dei relativi ormoni TSH ed fT4. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo