Anonimo

chiede:

Gentile dottore, ho 30 anni e sono sposata da quasi 2. Da un anno io e mio marito stiamo cercando di avere un bambino, ma ahimè senza esito finora. A luglio del 2008 durante una visita ginecologica la mia dottoressa ha riscontrato un polipo a forma di lingua di gatto sul collo dell’utero, mi ha sottoposta immediatamente a una colposcopia, dalla quale è risultato un polipo mucoso semplice con coilocitosi e un’intensa cervicite acuta e cronica con estesa metaplasia epidermoidale sulla quale si osservano focolai di coilocitosi, il pap test è risultato negativo. l’hpv è negativo. Da quel momento le mestruazioni non sono state più regolari… Ho anche fatto i dosaggi ormonali e sembrerebbe che sia tutto nella norma. Ora aspetto che mi torni il ciclo per poter fare una isteroscopia e una isterosalpingografia. Mi chiedo avendo avuto sempre un ciclo regolare di 30 giorni ormai da quasi 20 anni, come mai questi ritardi? Potrebbe essere dovuto all’asportazione del polipo? La ringrazio

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora,
l’asportazione del polipo di per sè non è la causa dei suoi ritardi mestruali, piuttosto la situazione stressante che ha vissuto può avere qualche responsabilità. Se le irregolarità persistessero per oltre sei mesi, è opportuno che esegua nuovi esami ormonali ed ecografici per valutare la presenza di una adeguata ovulazione. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo