Perché non rimango incinta dopo un aborto? - GravidanzaOnline

Anonimo

chiede:

A Febbraio ho subito raschiamento per aborto interno. Ero rimasta incinta subito, dopo solo 3 mesi di tentativi. Ad Aprile, dopo 3 mesi di pausa consigliati dalla ginecologa, abbiamo riaperto la caccia ma ancora nulla. Ho fatto per 4 mesi consecutivi stimolazione con Clomid e monitoraggi senza risultati. Una di queste volte, approfittando del controllo di mio marito che è andato bene, ho fatto addirittura un’inseminazione. Ho fatto un tampone, tutto negativo. Ho chiesto alla ginecologa di fare un controllo delle tube e lei mi dice che se ci sono riuscita una volta non occorre. Dice che devo solo rilassarmi! Sono anche seguita da una psicoterapeuta. Io sto iniziando a preoccuparmi dopo 9 tentativi mirati falliti. Lei che mi consiglia? Leggo che tutti rimangono subito incinta dopo un aborto. Grazie.

Redazione

Redazione

risponde:

Perché si possa definire sterilità, o nel suo caso infertilità, visto che una gravidanza c’è stata, occorre che sia trascorso almeno un anno, un anno e mezzo di tentativi naturali. Quindi sembrerebbe già eccessivo ricorrere così presto a tentativi mirati, inseminazione e stimolazioni ovariche. Tuttavia non ho elementi per valutare con precisione il suo caso e l’eventuale indicazione a ricorrere a tali mezzi prima del dovuto e quindi il mio parere potrebbe non essere attendibile. Sicuramente occorre rilassarsi, perché la sua salute psichica è importante, anche in previsione della gravidanza. Si prenda un periodo di pausa dai tentativi mirati, vivendo una serena vita sessuale spontanea, e solo dopo un certo periodo, direi almeno 6-8 mesi, può ricorrere ad un centro per far studiare meglio il suo caso, come da protocolli e non a naso. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo