Isterosuzione e aderenze? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, sono una collega logopedista, di conseguenza abbastanza ignorante
in materia ostetrico/ginecologica. Quesito: nel 2008 al 3° tentativo rimasi
subito incinta (quasi 36 anni), ma all’11° settimana persi il bimbo (aborto
ritenuto), mi fecero l’isterosuzione e un po’ di curettage… non ebbi febbre ed i cicli tornarono normali dopo 2 mesi. Da allora ogni tentativo di gravidanza è stato vano! Ora ho 37 anni, gli esami ormonali vanno bene a parte un valore LH di 14 (al 3°/4°gg del ciclo mestruale) che la mia ginecologo ritiene un po’ alto rispetto alla mia età in quanto indicherebbe che le mie ovaie son un po’ “più vecchie”… il partner è sempre lo stesso e pure i suoi esami sono normali; mi chiedevo se con l’istero potesse essere successo qualcosa (aderenze, sinechie), la mia pelle tende a formare cheloidi quando
cicatrizza… cosa ne pensa? Mi consiglia la sonoisteroscopia oppure no? È rischiosa? Anticipatamente… Grazie.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Monica, in questi casi consiglierei direttamente una isteroscopia subito dopo il ciclo per verificare lo stato della cavità uterina e per escludere infezioni, aderenze o quant’altro. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo