Inversioni del cromosoma X e figli maschi - GravidanzaOnLine

“Ho un’inversione di un cromosoma X: potrei passarla a un figlio maschio?”

Anonimo

chiede:

Salve, ho una bellissima e sanissima bambina nata nel 2015. In seguito all’amniocentesi è risultata positiva ad anomalie strutturali bilanciate con risultato conclusivo di inversione pericentrica di un cromosoma X ( cariotipo 46,x,inv(x)(p21.2.q13.3). Dall’esame citogenetico a è risultato che ciò l’ha ereditato da me. Vorrei sapere che rischi si corrono se un secondo bimbo fosse maschio. La ringrazio

Cara signora, l’inversione coinvolge una buona parte del cromosoma X ed anche il centromero. Tutto il materiale genetico in questo riarrangiamento è rimasto, apparentemente, inalterato. Ha cambiato solo la posizione. Se lei trasmette ad un figlio maschio questo cromosoma, non dovrebbe accadere nulla. Suo figlio dovrebbe stare bene. Uso il condizionale perché non si possono escludere alterazioni strutturali di questa regione, nella trasmissione al feto, ragion per cui in gravidanza le consiglio di eseguire la diagnosi prenatale invasiva con studio mediante aCGH.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Genetista

Categorie