Maria

chiede:

Buongiorno dottore, ho partorito col cesareo il 18 luglio e il 23 mi sono stati tolti i punti. Il 26 luglio sono stata ricoverata di nuovo perché la ferita era infetta: sono stata 5 giorni in ospedale ricevendo antibiotico attraverso un lavaggio nel braccio, poi sono stata dimessa e ho continuato per 10 giorni a prendere l’antibiotico in pillole.

Alla fine della cura, la ferita perdeva ancora del liquido e, quando cambiavo il cerotto per disinfettare la ferita con acqua ossigenata, c’era un cattivo odore. Ho ricontattato il medico di base per farmi controllare e mi ha somministrato per un’altra settimana dell’antibiotico. Ad oggi la ferita non perde più da un paio di giorni ma, quando sono stata oggi a visita, il medico ha messo sul lato destro della ferita delle fascette sottili bianche per fare in modo che la pelle si potesse unire.

A questo punto non capisco cosa stia succedendo alla ferita e perché ci stia volendo tutto questo tempo per la ripresa. Vivo all’estero e ho perso fiducia nella sanità a cui mi sto rivolgendo, anche perché tutte le volte mi continuano a dire che sto bene e che è normale quello che sta succedendo. Vorrei ascoltare un altro parere. La ringrazio in anticipo per la risposta.

Buongiorno Maria. Da quanto racconta si intuisce che Lei ha avuto un’infezione della ferita laparotomica. Non è un evento frequente ma talvolta può accadere. Specie se la paziente è robusta e/o diabetica, in seguito a fenomeni di liponecrosi si possono produrre raccolte sotto la cute, che si infettano.

Il pus che si raccoglie va drenato, ma talvolta si fa strada da solo attraverso la ferita, che si apre parzialmente. Occorre allora eseguire una terapia antibiotica per via generale e talvolta anche locale con instillazioni di antibiotico. Medicazioni frequenti sono necessarie per tenere la ferita asciutta e pulita.

Talvolta per ottenere la guarigione completa occorrono settimane e questa avviene per seconda intenzione, ovvero con progressiva chiusura del “buco” dall’interno verso l’esterno. Le fascette di steril streep cui lei accenna, servono per aiutare questo processo di guarigione, quando la ferita non spurga più.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie