Incinta dopo norlevo??? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentili dottori, avrei bisogno del suo aiuto. Il 24 ottobre al secondo giorno di ciclo ho avuto un rapporto a rischio (si è rotto il preservativo e non ce ne siamo accorti, c’è stata eiaculazione interna), mi sono recata al pronto soccorso per la pillola del giorno dopo e anche se il dottore non riteneva fosse necessario, me l’ha prescritta. Dopo 11 ore dal rapporto l’ho assunta. Inizialmente non ho avuto effetti collaterali e il mio ciclo è andato avanti, ma quando è finito il ciclo e quindi dopo 5 giorni dalla pillola ho incominciato ad avere il famoso spotting. Ho effettuato già due test di gravidanza uno giorno 25 nel pomeriggio risultato negativo (pic) e uno giorno 26 appena sveglia risultato anch’esso negativo (analisys). Ho fatto i test perchè mi preoccupava che nei giorni in cui sarebbe potuto arrivare il ciclo ho avuto delle perdite inizialmente trasparenti e molto acquose e poi meno acquose e bianche, sono durate 3 giorni e oggi non le vedo più. C’è probabilità che sia rimasta incinta? Cosa significano e sono queste perdite? È possibile che il ciclo non mi arrivi perchè con l’assunzione di norlevo nei giorni delle mestruazioni l’ovulazione sia stata ritardata (penso di aver avuto sintomi ovulatori il 13 novembre) e quindi il ciclo debba ancora arrivarmi? Inoltre vi informo che io ho un ciclo molto irregolare, che va dai 30 ai 35, e delle volte mi è capitato anche di 42-43. Vi ringrazio moltissimo

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Federica,
premesso che al secondo giorno di un ciclo regolare è praticamente impossibile che gli spermatozoi raggiungano un ovulo che deve ancora ‘maturare’ verso la 14^ giornata (a maggior ragione in un ciclo tendenzialmente in ritardo in cui l’ovulazione è più lontana), l’assunzione della pillola progestinica Norlevo ha ulteriormente interferito nei (lenti) processi ovulatori del suo ciclo, quindi l’attuale amenorrea è da riferire a tali fenomeni e non ad una gravidanza… prima o poi una mestruazione arriverà, comunque non trascuri tutti gli accertamenti per valutare il suo assetto ormonale di base e per una gestione corretta della sua fertilità. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo