Pomate e Collorio in Gravidanza: sì o no? - GravidanzaOnline

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, vorrei sapere se pomate e colliri si possono usare in
gravidanza. Mi spiego: ho 30 anni e da circa un anno ho scoperto di avere
l’acne rosacea con interessamento anche degli occhi e un inizio di dermatite
seborroica. Ho fatto una cura con Minocin per os con discreto beneficio
(eventualmente ripetibile), ma a periodi sono costretta ad usare pomate al
viso a base di metronidazolo e colliri o pomate oftalmiche antibiotiche
specialmente a base di acido fusidico e tetracicline. Sto pensando ad una
gravidanza ma, quasi sicuramente, non riuscirò a resistere tanto tempo senza
colliri e pomate. Il dermatologo pensa che questi disturbi possono diminuire
in gravidanza; l’oculista dice che colliri e pomate oftalmiche vengono quasi
per niente assorbiti a livello sistemico. E lei che consiglio mi può dare?
Grazie.

Cara signora Michela, è vero che colliri e pomate oftalmiche non vengono quasi per
niente assorbite a livello sistemico, cosi come è vero che una gravidanza può
essere di beneficio. Tuttavia almeno nelle prime settimane di gestazione
ridurrei al minimo l’assunzione di detti farmaci e solo se strettamente
necessari.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo