Collo dell'utero corto: sintomi, cause, rischi - GravidanzaOnline

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, ho 23 anni e sono alla 24^ settimana della mia prima gravidanza. Ieri il ginecologo mi ha detto che ho il collo dell’utero troppo corto (circa 2 cm). Già allo scorso controllo mi aveva detto che il mio collo era corto, ma di non preoccuparmi perché poteva essere una mia conformazione anatomica. Per questo aveva misurato il collo e aveva detto che se non si accorciava potevo stare tranquilla. La scorsa volta lo ha trovato ulteriormente accorciato, anche se ha aggiunto che è normale con il proseguire della gravidanza. A questo punto sono molto preoccupata. Il ginecologo non ha voluto dirmi che rischio di avere un parto prematuro? Come devo comportarmi? Quali sono le giuste dimensioni del collo dell’utero? Grazie infinite.

Il collo dell’utero ha una lunghezza in condizioni di normalità di 35-45 mm. Esistono numerosi studi che hanno dimostrato che tanto maggiore è il raccorciamento, tanto più c’è il rischio di un parto prematuro. Questo non significa che ogni volta che si assiste a questo raccorciamento si verifichi poi realmente un parto prematuro. Deve comunque osservare maggior riposo, specie in questa fase della gravidanza in cui un parto prematuro è più pericoloso per il benessere del bimbo. Raggiunte le 34-35 settimane i rischi diminuiscono drasticamente. Segua i consigli del suo ginecologo. Non è
necessario conoscere alla perfezione tutti i rischi possibili: per preoccuparsi per ognuno non le basterebbero le 24 ore del giorno. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo