Anonimo

chiede:

Buongiorno, ho 40 anni e sono alla quinta gravidanza. Nel ’99 ho subito
una nefrectomia alla 7a settimana di gestazione della 4a figlia, gli esami fatti per la funzionalità
del rene rimasto sono sempre stati perfetti, e ho partorito regolarmente
a termine.
Nel novembre 2002 invece ho subito un intervento al cervello a seguito di
un aneurisma dal quale mi sono rimessa completamente in pochissimo tempo (50 giorni).
Tenuto conto del fatto che desideriamo fortemente proseguire la gravidanza,
ritiene che sussistano seri motivi di pericolo?
La ringrazio di cuore per la consulenza.

Gentile signora Lella, prima di tutto mi congratulo con lei per il suo
messaggio che denota una serenità assai rara, dopo le sfortunate vicende
passate e penso che questa particolare condizione psicologica, improntata all’ottimismo, sia il miglior viatico per affrontare questa nuova gravidanza.
Detto questo però le raccomanderei una particolare attenzione nel monitorare
la gravidanza con tutti gli esami consigliati dal curante e nel non trascurare
anche un controllo periodico del nefrologo e del neurologo. Tantissimi
auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo