Gravidanza non evolutiva… | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno,
ho avuto una ICSI a causa di azoospermia di mio marito.
Il prelievo ovociti é avvenuto il 15 luglio con trasferimento di 2
embrioni
(di buona qualità) il 17 luglio.
Il 30 luglio il bhcg era 280, il 2 agosto era 691, il 6 agosto era 1711.
Il 23 agosto, cioè dopo 5 settimane dal trasferimento, ho fatto
l’ecografia
transvaginale. Responso: un sacco senza embrione e un altro con un
embrione
di 5,7mm ma senza attività cardiaca. Conclusione: gravidanza non
evolutiva, nonostante un Bcgh di 20 000. Per evitare attese angoscianti
inutili, in ospedale mi hanno somministrato un farmaco che scatena le
contrazioni e quindi facilita l’espulsione (preciso che abito in Francia
dove tale farmaco é autorizzato al contrario dell’Italia).
Ad una settimana dal farmaco ho ancora perdite e domani farò
l’ecografia
per vedere se tutto é partito naturalmente o ci sono ancora residui.
La mia domanda é la seguente: é possibile dare così categoricamente
una
diagnosi di gravidanza non evolutiva? Il fatto che l’apparecchio fosse
abbastanza sofisticato giustifica una tale conclusione al termine di 5
settimane dal concepimento?
Ovviamente tutto il giorno mi arrovello il cervello ed il cuore con
queste
domande. La ringrazio anticipatamente per la sua risposta.
Cordiali saluti.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora,
si fidi del ginecologo che ha eseguito l’ecografia. Unica cosa possibile
sarebbe stato ripetere un’ecografia a distanza di 10 giorni per conferma
della diagnosi. Cordiali saluti.
il team www.centrosterilita.it

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo