Anonimo

chiede:

Gentile Dottoressa, sono a 17+3 settimane di gravidanza e ho 35 anni, la mia prima gravidanza. Dall’ultima visita di controllo post amniocentesi è risultato tutto nella norma, la gravidanza procede in maniera fisiologica, ma nell’ultima settimana ho avuto attacchi di panico durante il tragitto casa lavoro, probabilmente causati da notti di insonnia e stanchezza eccessiva, seguiti da capogiri e forti mal di testa, disturbi che venerdì sono culminati in scatti di ira nei confronti delle persone a me più care. Sono molto preoccupata per questi sintomi che si stanno manifestando, domani andrò dal medico di base nell’attesa della prossima visita ginecologica di controllo che avrò tra tre settimane. Secondo lei è sufficiente qualche giorno di riposo o potrei chiedere maternità anticipata? Premetto che faccio un lavoro non a rischio, è un lavoro d’ufficio, ma carico di responsabilità e pressione per il raggiungimento di obiettivi aziendali e inoltre sto fuori casa oltre 10 ore dalle 7 alle 19, ritmi che non mi sono mai pesati prima della gravidanza. La ringrazio anticipatamente e le auguro buona serata

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Cristina, può valutare con il suo ginecologo di anticipare il congedo di maternità. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo