Fluconazolo nelle prime settimane di gravidanza | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, lunedì 8 giugno ho eseguito un test di gravidanza in seguito a sintomi quali nausea, spossatezza e gonfiore. Il test è risultato positivo. Non ricordo affatto la data dell’ultimo ciclo, so che è assurdo ma ho completamente un vuoto di memoria. Credo a questo punto di non averlo avuto a maggio. La gravidanza, che sarebbe la seconda, non era programmata in questo momento e non credevo ci fossero nemmeno possibilità di essere rimasta incinta. A partire dal 7 maggio ho fatto una cura prolungata per una candidosi recidiva con abimono (ho preso 3 ovuli a distanza di 10 giorni l’uno dall’altro, l’ultimo preso 15 giorni fa) e fluconazolo 200ml (la prima settimana 1 al giorno per 3 giorni e poi uno a settimana per 6 mesi… l’ultimo preso sabato 6 giugno). Sono molto preoccupata per gli effetti gravi sul feto del fluconazolo nelle prime settimane di gravidanza. Non sono ancora riuscita a vedere la mia ginecologa. Cosa posso fare? Esistono esami specifici per indagare gli effetti sul feto? Sono molto preoccupata. La ringrazio anticipatamente per l’attenzione. Cordiali saluti,

Redazione

Redazione

risponde:

Se consulta
questo link troverà informazioni dettagliate. Non mi sembra affatto che ci siano effetti “gravi”. In ogni caso una buona ecografia strutturale a 20 settimane, magari preceduta da esami accurati anche a 12 e a 16 settimane, dovrebbe esser più che sufficiente. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo