Fibromi sottomucosi e gravidanza - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno,
sono una ragazza di 34 anni in gravidanza (13+0).
Quasi due anni fa sono stata sottoposta a miomectomia (con
minilaparotomia) per un fibroma intramurale a salienza sottosierosa
di 6
cm. Durante le eco successive riscontrato utero fibromatoso.
Durante l’ultima eco di controllo mi viene riscontrato un mioma
sottomucoso di 1 cm a carico della parete posteriore e la gravidanza
in
atto (5+1).
Durante la TN alla 12+1 si riscontra che il primo fibroma è
diventato 4
cm!! (in 7 settimane) e se ne riscontra un secondo di 2.3 cm.
Le mie domande sono:
1. il mio rischio di aborto (ora che ho terminato il primo trimestre)
rimane comunque più alto della norma per via dei fibromi? e se si, da
un punto di vista fisiologico come viene causato da questo tipo di
fibromi?
2. il distacco di placenta è un rischio che si correre solo se il
fibroma si trova in prossimità dell’area di impianto della placenta
o si
ha a prescindere con i fibromi sottomucosi?
3. ho valutato attentamente tutti i rischi/benefici del parto
naturale e
del cesareo nella mia situazione e mi sarei convinta per un parto
cesareo. In considerazione del precedente intervento chirurgico
sull’utero e della presenza degli attuali fibromi potrebbe esserci
effettivamente secondo lei indicazione per un parto cesareo elettivo?
La ringrazio subito per tutte le informazioni che potrà darmi.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, spesso si riscontrano fibromi in gravidanza. Sicuramente aumentano il
rischio di contrazioni uterine e in certi casi possono ostacolare il
parto. Spesso non causano però nessun grosso problema. I fibromi
retroplacentari sono maggiormente a rischio. È fondamentale la
valutazione diretta dei reperti e correlarli tridimesionalmente alla
camera gestazionale.
Le indicazioni al cesareo variano da struttura a struttura. A meno che
non si siano verificate particolarità chirurgiche, l’intervento
pregresso da lei subito può costituire una indicazione relativa al
cesareo. Ovviamente occorrerebbe consultare la descrizione
dell’intervento per esprimere un parere circostanziato a riguardo.
Per i fibromi attuali, potrebbe essere indicato il cesareo (volendo
essere fiscali), in caso di presumibile ostacolo alla progressione del
feto.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo