Esito autopsia dopo aborto: villite cronica - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve Dottore,
ieri ho ritirato l’esito dell’autopsia della mia bambina in seguito ad aborto interno a 21 settimane. Il referto dice: “Placenta caratterizzata da villi di tipo intermedio, maturo ed immaturo, con fenomeni di dismaturità ed ipercapillarizzazione, focolaidi intervillite acuta, di villite cronica linfocitaria e di emorraggia intervillare. Si repertano inoltre fenomeni di trombosi e ricanalizzazione dei vasi del piatto e dei villi staminali. Membrane con focolai di deciduite acuta subcorionica (corionamniosite acuta, stadio I, grado I). Quadro riferibile a villite cronica ad eziologia sconosciuta riconducibile ad eventi di verosimile natura infettiva o immunologica. Conclusioni: Villite cronica ad eziologia ignota, con associata intervillosite“.
Io ho anticorpi tiroidei e ANA positivi oltre che mutazione MTHFR a1298c omozigote e il tampone effettuato dopo l’aborto è risultato positivo Streptococcus Agalictiae, Candida e Enterococcus Faecalis, quindi potrebbero entrambe essere state le cause?
I medici pensano solo a quella immunologica. Che ne pensa?

Gentile Signora,
potrebbe essere una causa infettiva dato che viene segnalata una corioamniosite acuta e i tamponi sono positivi.
Le consiglio una terapia antibiotica e poi ripetere tamponi vaginali e cervicali completi per escludere problemi per una futura gravidanza. Dovrà comunque fare una terapia anticoagulante durante una successiva gestazione.
Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo