Embrione impiantato con un ritardo enorme... possibile??? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentili dottori, sono Roberta da Napoli, e mi è accaduto qualcosa che mi sembra così incredibile…
Ho avuto un rapporto sessuale a fine Ottobre, e per ritardo del ciclo ho fatto il test (dopo quasi un mese di ritardo!), risultato negativo. E il ginecologo mi ha poi dato un’iniezione (perdonate, non ricordo il nome) che doveva stimolare il ciclo o “trattenere” la gravidanza. Si è verificata la prima cosa.
Ero tranquilla, allora. Ma a seguito di ulteriori ritardi e qualche malessere, ho fatto qualche esame e infine un’ecografia a fine Dicembre, il 28. Sono incinta! Ma la cosa incredibile è che l’embrione risultava impiantato da una settimana!!! È rimasto nella tuba, senza impiantarsi e senza crescere (per cui il ginecologo non la definiva un’extrauterina), sopravvivendo!!!
Mi chiedo: ma avevate già sentito di casi del genere? Quanto tempo può sopravvivere un embrione prima di impiantarsi? E se è vero che è andata così, può comportare problemi per il nascituro?
Datemi informazioni, non riesco a dormirci…
Grazie infinite in anticipo.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Roberta,
se l’unico rapporto è quello di fine ottobre, non può che essere un aborto ritenuto, rimasto così per del tempo e solo ora visualizzato. Se invece è una gravidanza in evoluzione, con embrione vivo, appena visibile (lei dice impiantato da una settimana???) e per questo di un’età gestazionale non superiore alle 5-6 settimane, non può che aver avuto un altro rapporto (o contatto) più recente, per esempio nell’ultima settimana di novembre. Gravidanze che vanno in stop e che si impiantano in differita sono solo fantasie o il tentativo di spiegare dell’altro. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo