Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, sono una mamma di Milano. Mi chiamo Colombo Bruna ho una figlia sedicenne che soffre sin dal primo mestruo avvenuto all’età di 11 anni di mal di pancia terribili che durano due tre giorni. Da qualche mese il dolore è sempre più forte tanto da sembrare dolori simili al parto con spinte addominali. La terapia consigliata consiste in: Enanthium compresse e Alginor compresse alternate ogni 6 ore ma dopo circa 3 ore dall’assunzione delle stesse il dolore ricomincia. Dall’ Ecografia alle ovaie è risultato che non ci sono cisti ed è tutto a posto. Soffre di emicrania con aurea e il neurologo ci ha sconsigliato per ora e per sempre l’assunzione della pillola. Brancoliamo nel buio e ogni 32 giorni ricadiamo nell’incubo che non fa vivere né nostra figlia né noi. In attesa di un suo gentile riscontro ringraziamo di un suo eventuale consiglio. Grazie

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora Bruna, quando sussistono controindicazioni per l’utilizzo della pillola anticoncezionale, la dismenorrea può essere affrontata in maniera sintomatica con farmaci antidolorifici a potenza crescente (se non bastano gli antinfiammatori non steroidei si ricorre al Tramadolo) oppure, se si sospetta un’endometriosi (difficile da valutare solo ecograficamente, eventualmente da indagare con laparoscopia diagnostica), si può trattare col solo progestinico Danazol (per via orale o vaginale); in casi selezionati e per breve periodo si può arrivare a proporre l’uso di analoghi del GnRH, che si accompagnano a blocco ovulatorio con deplezione ormonale estroprogestinica. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo