Anonimo

chiede:

Egregio dottore, mi trovo all’inizio della 34° settimana di
gravidanza. La scorsa settimana durante la terza ecografia di routine, è
stata evidenziata una ‘dilatazione pelvica’ (30×37 mm dimensioni della
vescica) alla mia bimba, dilatazioni che il medico ha messo in relazione
alle mie frequenti influenze invernali (?) e in genere risolvibili, così ha
detto. Un’ulteriore indagine ecografica ha messo in evidenza che i reni e i
bacinetti renali non presentano alterazioni di alcun tipo, mentre le pareti
della vescica risultano ispessite (ipertrofia vescicale). Le dimensioni
della vescica sono state confermate. Non è stata evidenziata nessuna cisti a
giustificare questa ‘dilatazione’. Nel corso dell’ecografia si è verificato
lo svuotamento della vescica che è tornata a dimensioni normali per poi, nel
giro di 5-10 minuti ritornare alle dimensioni di ca. 30 mm x 2.8. Il medico mi
ha rassicurato, sostenuto dall’evidenza che i reni sono perfettamente
normali, tuttavia non è riuscito a spiegare questo comportamento anomalo.
Completo dicendo che ho 38 anni e che alla 12° settimana la villocentesi non
ha messo in evidenza alcun difetto genetico e che la 1° e 2° ecografia sono
risultate assolutamente in linea. In attesa di una sua risposta/chiarimento,
la ringrazio,

Redazione

Redazione

risponde:

Una risposta corretta al suo quesito, necessiterebbe di rilievi diretti e circostanziati che purtroppo non mi fornisce. Ad ogni modo cercherò in ogni caso di esprimere un parere.
La vescica fetale presenta un fisiologico ritmo di riempimento – svuotamento in un periodo variabile, in media 45 min. Il diametro massimo della vescica è anch’esso variabile da feto a feto, anche se vesciche iperdistese rappresentano evento occasionale. Un completo svuotamento vescicale, di solito rassicura sulla normalità dell’apparato urinario. In caso di restringimenti o ostruzioni uretrali infatti (più rari nel sesso femminile), la vescica o non si svuota, o subisce uno svuotamento minimo. Anche la normalità degli ureteri e delle pelvi renali rappresenta osservazione favorevole. In caso di fenomeno ostruttivo infatti, spesso le pelvi renali appaiono dilatate. Sarei portato ad interpretare quindi il fenomeno che lei mi ha descritto come parafisiologico ovviamente per quanto mi è possibile valutare.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo