Diatermocoagulazione del collo dell’utero | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore,
ho 29anni e da poco ho scoperto di essere incinta (data ultima mestr. 06-03 ) sono contentissima, ma anche molto preoccupata in quanto al 22-03 ho dovuto effettuare delle “bruciature” al collo dell’utero per eliminare due lesioni lievi causare da hpv e dopo ho effettuato anche una cura di 5 giorni con Asepsan Lavande e Keimicina Ovuli.
Le mie domande sono queste:
1) può risentirne la gravidanza in quanto i tessuti del collo dell’utero sono ancora “in riparazione” e quindi essere causa di aborto? 2) le medicine possono avere delle conseguenze sul bambino?
Certa di una sua gradita risposta La saluto cordialmente (e anche preoccupata!)

Gentile Anna,
la diatermocoagulazione del collo (come è brutto dire “bruciatura”!) e la terapia che ha effettuato sono state così precoci da non costituire alcun pericolo per la gravidanza. Anzi, se aveva una lesione da HPV ha fatto anche bene. Faccia comunque tutti i controlli successivi, come colposcopia e pap test. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo