"È possibile ridatare una gravidanza ottenuta con la fecondazione assistita?"

Anonimo

chiede:

Buongiorno. Sono reduce da un percorso di ICSI. In data 27 Ottobre ho fatto un pick up di ovociti, in data 30 Ottobre il transfer di due embrioni. Ultimo ciclo mestruale: 16 Ottobre. Attualmente sono incinta di due gemelli.

Non riesco a capire in che settimana sono, in quanto un ginecologo mi ha datata all’ottava, mentre un altro a 6 settimane+5 giorni. Quest’ultimo ginecologo ha riscontrato due embrioni con battito di 8 e 9 mm. (LVS). È possibile che mi abbiano ridatata perché gli embrioni sono troppo piccoli?

È possibile ridatare una gravidanza in fecondazione assistita, pur sapendo esattamente la data di fecondazione? Gli embrioni sono effettivamente troppo piccoli per essere di 8 settimane? Grazie mille per la vostra gentilezza e disponibilità.

Buongiorno signora, le gravidanze ottenute con procedure di fecondazione assistita non possono essere ridatate in quanto si conosce con precisione la data del concepimento (avvenuta in laboratorio). Qualora ci fossero delle forti discrepanze fra data concezione calcolata e dimensioni degli embrioni ciò potrebbe essere indice di problematiche di sviluppo.

Nella giornata in cui io scrivo la risposta (2 gennaio 2020) lei si trova di 11 settimane e 4 giorni e la sua data ultima mestruazione è il 13 ottobre 2020, con data probabile di parto 20/7/2021. Bisogna scalare 17 giorni alla data del transfer per calcolare la data ultima mestruazione e da lì le settimane gestazionali. Spero di esserle stata di aiuto.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie