Cordone ombelicale eccentrico - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottore, io sono alla 26+2 settimana e dalle ultime eco è risultato che il piccolo ha il cordone ombelicale eccentrico invece che al centro della placente; la ginecologa che mi ha fatto le eco in ospedale mi ha detto che ne va tenuto conto al momento del parto e va monitorato, fortunatamente questo problema non sta creando problemi alla crescita di giacomo che anzi è un gran mangione; sono comunque un po’ in ansia, mi sono informata e ho letto che in questi casi si fa il cesareo per evitare complicazioni alla nascita (che nasca morto, che nasca senza ossigeno) perchè c’è il rischio che il cordone si spezzi, con il parto naturale, prima che il bimbo sia fuori. Mi sa dire se è così e se questo problema può creare problemi anche prima del parto? Grazie mille

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Manuela,
l’inserzione eccentrica del cordone è abbastanza frequente e, quando è vicina al bordo placentare abbiamo la cosiddetta inserzione a racchetta. Per quanto ne so io, non costituisce un particolare pericolo, è spesso un reperto a sorpresa al momento del parto e non mi è mai capitato di diagnosticarla prima del parto. Diverso è invece il caso dell’inserzione velamentosa, cioè quando i vasi del cordone decorrono al bordo placentare e si dirigono verso le membrane prima di confluire nel vero e proprio cordone. Questi vasi sono effettivamente pericolosi, perchè una rottura delle membrane prima del parto o anche durante il parto, può causarne la lesione e quindi un’emorragia del feto. Ora per capire bene la sua situazione deve necessariamente affidarsi alla sua ginecologa. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo