Contrazioni a 25 settimane - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, sono incinta di 25 settimane, la Dpp è il 25/6. Due settimane fa ho fatto il controllo in ambulatorio dove sono seguita, mi hanno trovato l’utero subcontratto e mentre mi visitava ho avuto due contrazioni e leucorrea abbondante. Mi hanno prescritto il farmaco DAV per le contrazioni e il tampone da fare e sto aspettando ancora l’esito. Durante il tampone anche li contrazioni e perdita di liquido molto abbondante e mi ha detto la ginecologa di stare a riposo. Ho cominciato ad avere qualche contrazione intorno alla ventesima settimana, ma non dolorose, successivamente sono aumentate e diventate dolorose. Ad oggi ho circa 30-40 contrazioni al giorno di cui almeno una decina molto dolorose e a volte seguono delle perdite abbondante di liquido un po’ viscido, abbastanza da bagnare i pantaloni. Le perdite però le ho sempre, solo meno. Da un paio di giorno sono comparsi anche molta stanchezza, debolezza e senso di svenimento, tant’è che per muovermi dal divano al letto devo farmi portare in braccio da mio marito, e andare in bagno quando sono sola è un agonia ormai. Sto a riposo, nonostante abbia un figlio di 4 anni. Ho sentito telefonicamente il mio medico di base, non avendo un ginecologo fisso faccio riferimento a lui, mi ha confermato di stare a riposo. Ora mi domando se sia il caso di andare in pronto soccorso, non vorrei essere troppo apprensiva e magari fare un giro li perdendo tempo e facendo perdere tempo. Chi potrei chiamare, per farmi dare un consiglio, oltre a voi, se continuo a star male? Non ho un numero di telefono dell’ambulatorio nè altri recapiti se ho urgenza. Cosa posso fare secondo voi? Grazie per l’attenzione.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Sonia,
purtroppo così a distanza posso solo fare ipotesi poco attendibili. Occorre una visita, misurarle la pressione, pesarla, verificare le sue analisi, magari un’ecografia per verificare il buon andamento della gravidanza. Si rechi senz’altro in ospedale o anche presso l’ambulatorio dove è seguita, magari anticipando il controllo programmato. Vedrà che lo specialista ambulatoriale sicuramente potrà aiutarla, dandole qualche rimedio o riscontrando eventuali problemi che richiedano un’ospedalizzazione. Tutto questo è possibile anche senza avere un proprio ginecologo privato. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 2.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo