Dolori al basso ventre in gravidanza, i rischi - GravidanzaOnline

Contrazioni e dolori alla 32^ settimana, cosa succede se nasce adesso?

Anonimo

chiede:

Salve, sono una ragazza di 23 anni e sono alla 32+5 della mia prima gravidanza. Già dalla 27^ settimana ho iniziato ad avere forti contrazioni che mi scendevano lungo la vescica come una scossa e infine mi si induriva la pancia. Da allora ho scoperto andando dal ginecologo che ho l’utero accorciato, era a 30 di cervicometria, la mia ginecologa mi ha messo a riposo assoluto, allarmandomi e dicendomi che rischio il parto prematuro e sono tornata di corsa in Italia, perché allora ero all’estero. Ora ogni settimana mi fanno un controllo in ospedale e ogni controllo mi capita con un dottore diverso. In effetti ogni volta ho una cervometria diversa, il minimo che ho avuto qualche giorno fa è di 27. Ora tutti i giorni contrazioni continue soprattutto da sdraiata, anche nel monitoraggio sono presenti nel giro di 50 minuti 9 contrazioni. Uno di quei medici mi aveva detto che se ci fossero state altre contrazioni mi avrebbe ricoverata invece non lo più trovato. Ora il bambino si è messo in posizione cefalica e da allora non riesco più nemmeno ad alzarmi perché ho un forte dolore al basso ventre che mi scende lungo la vagina sento che il bambino spinge in giù; ieri sono andata in pronto soccorso mi hanno fatto un controllo cervometria 34 e collo chiuso (una dottoressa invece in un altro controllo mi ha trovato l’utero era leggermente svasato) una puntura di buscopan e due tachipirine senza nessun miglioramento. Ora ho l’altro controllo insieme all’ecografia ostetrica il 10 aprile e sinceramente
non so più cosa fare; sono troppo stanca di questi continui dolori e di queste continue insicurezze. È possibile che l’utero cambi da un giorno all’altro cervometria? E svasato tornare normale? È normale avere queste continue contrazioni? Non sono 10 al giorno ma tante che non riesco a starle dietro. Come terapia buscopan magniesio tachipirina e vasosuprina che ho dovuto smettere perché il battito del bambino era arrivato fino a 198 e comunque ancora adesso mi dicono che è un po’ agitato, ma è sul normale intorno a 165/180. Vi prego di rispondermi prima possibile se posso stare rilassata o se rischio un parto pretermine e se dovessi partorire prima il bambino cosa rischia? Ci sono conseguenze? Vi ringrazio anticipatamente della cortese attenzione.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile ragazza, è molto difficile rispondere alle sue domande, mi pare tuttavia che lei sia in buone mani e che il suo parto si manifesterà nel migliore dei modi. Auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 1.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo