Clomid nonostante i problemi di coagulazione? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, vorrei conoscere la
sua opinione riguardo al mio problema.
In breve: a causa di un deficit
congenito di proteina S e del polimorfismo
della protrombina (che
ignoravo), ho avuto, ad un mese dal primo parto,
un’importante trombosi
venosa con embolia polmonare, risolta,
fortunatamente, con un lungo
ricovero in Terapia Intensiva. Dal 2010 ad oggi
sono sotto terapia
anticoagulante orale (coumadin). L’ematologo che mi segue
ritiene che
io possa affrontare una nuova gravidanza, sostituendo il
coumadin con
eparina a basso peso molecolare. La mia domanda, però, è la
seguente: sono riuscita ad avere il mio primo figlio assumendo il CLOMID,
potrò assumerlo ancora, sotto stretto controllo medico, nonostante gli
acclarati problemi di coagulazione? Ringrazio anticipatamente,

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Betty, penso possa seguire i consigli del curante e che il clomid non possa alterare il suo stato. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo