Anonimo

chiede:

Salve dottore, sono una ragazza di 26 anni. A settembre ho avuto un aborto interno purtroppo. La notte del 05/03/2014 sono stata in ospedale a causa di una colica renale. I medici volevano farmi immediatamente la puntura di toradol, ma dato che io e mio marito avevamo deciso di riprovarci ho riferito che sarebbe stato un po’ rischioso. Mi è stato fatto un prelievo di sangue e le hcg erano 11,9 (ultimo ciclo 09/02/2014). Dal momento che il valore era al limite, quindi significato di possibile gravidanza mi è stata data una tachipirina da 1000. Il giorno seguente ho fatto il test di gravidanza ed è risultato POSITIVO (1-2 sett). Oggi 08/03/2014 ho rifatto le hcg ed il risultato è 61. Il mio ginecologo mi ha detto di fare le punture di spasmex e prendere l’efferalgan da 1000 nel caso in cui dovessi avere dolore. Pensa che il valore delle beta nonostante non sia ancora in ritardo sia buono? Cordiali saluti,

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Serena, al momento del dosaggio della beta hCG, l’epoca anamnestica corrispondeva circa alla quarta settimana. Considerando che a volte la gravidanza inizia con lieve ritardo, il valore riportato potrebbe anche essere regolare. Lo ripeta dopo qualche giorno per valutare il corretto incremento ed esegua una ecografia TV ad alta definizione.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo