Assenza di flusso in diastole | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, le scrivo per avere un suo parere in merito ad un problema che mi preoccupa. Sono una ragazza di 37 anni e dopo mesi di tentativi finalmente sono rimasta gravida. Ho fatto l’amniocentesi e fino a qui tutto bene, il bambino è sanissimo poi dopo circa un mese mi hanno fatto la Morfologica e da lì hanno riscontrato che il bambino era leggermente più piccolino del normale. Hanno ritenuto necessario controllarmi ogni settimana in quanto la biometria non corrisponde all’età gestazionale, il problema constatato è l’assenza di flusso in diastole! Adesso sono alla 25° settimana e la stima del peso del bambino è di 400 gr circa! Dopo varie visite e in vari ospedali, la risposta è sempre la stessa… non si può fare niente ma solo rassegnarci e sperare che la natura faccia il suo corso, in poche parole che il mio bambino muoia da solo in utero! Noi come genitori siamo disperati in quanto pensiamo che non possa essere possibile non riuscire a salvare questo bambino.
La ringraziamo anticipatamente, qualsiasi sia la sua risposta!

Redazione

Redazione

risponde:

Purtroppo è un caso di grave deficit uteroplacentare. L’assenza di flusso in diastole significa compromissione placentare, che non incide solo sulla nutrizione, ma anche sull’ossigenazione del feto. Se c’è ancora liquido amniotico e un seppur minimo accrescimento, non tutto è perduto, ma deve rivolgersi ad un qualificato centro di gravidanza a rischio, e probabilmente ricoverarsi. In questo modo potrebbe sperare di giungere ad un’epoca di possibile vitalità postnatale, ma anche senza danni permanenti, il che è difficile prevedere ad un’epoca così precoce. Di qui i suggerimenti “sbrigativi” che ha avuto, che forse possono avere delle giustificazioni, ma che vanno valutati dagli interessati e non come giudizio etico generico da applicare e basta. Consultate più di un centro e sperate che qualcuno raccolga la sfida del caso clinico. Cari auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo