Anidramnios: cos'è, cause e conseguenze - GravidanzaOnline

Anonimo

chiede:

Sono alla 20+5 settimana di gestazione, a 18 settimane mi è stato
riscontrato un anidramnios. L’esito dell’amniocentesi è ok, il bambino ha
i
reni e funzionano. Ad oggi il battito cardiaco è presente ed anche i
movimenti attivi fetali. Vorrei sapere cosa si può fare e se per cortesia
può darmi le misure fetali a sett. 20+5, all’ospedale mi dicono che il
bambino ha una crescita patologica (ma senza liquido è difficile da
stabilire). Grazie.

Redazione

Redazione

risponde:

In casi di severo oligoamnios si può infondere soluzione fisiologica in cavità (amnioinfusione) per ridurre gli effetti meccanici negativi della eccessiva scarsità di liquido.
Questo è l’unico presidio in un certo senso efficace. Ovviamente le cause di oligoamnios sono tante e non sempre identificabili. Alcuni casi associati ad insufficienza placentare possono beneficiare di presidi per certi versi discutibili, come per esempio l’aspirinetta o l’eparina.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo