Anello contraccettivo e rischio trombosi | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, sono una ragazza di 24 anni. 2 anni fa ho iniziato ad usare l’anello anticoncezionale nuvaring verso marzo 2010. Poi l’ho usato per qualche mese (6) e l’ho interrotto per impossibilità economica di comprarlo. Poi ho iniziato ad assumerlo di nuovo verso ottobre 2010 e di nuovo rimosso per vari interventi chirurgici (da marzo 2011 a settembre 2011). Ora, dopo il secondo intervento (febbraio 2012) ho ricominciato ad usarlo fino ad ora, quindi ora sono 8 mesi di utilizzo continuo. Allora già dal primo utilizzo ho iniziato ad accusare dei sintomi tipo ansia, sudorazione, mal di testa. Ma da febbraio 2012, dopo anche lo stress psicologico subito per gli interventi, ho iniziato a capire che i sintomi stavano peggiorando, da ansia a veri e propri attacchi di panico e agorafobia. Inoltre qualche giorno prima di toglierlo, attacchi di panico notturni, diarrea, nausea, fortissimi mal di testa da non riuscire a capire niente, flash di luce e senso di estraniamento. Per non parlare di agorafobia e claustrofobia. Non ho mai sofferto di ansia in vita mia e di nessuno di questi disturbi, quindi ora l’ho sospeso, aspetto il ciclo (tolto 2 giorni fa) e non lo assumerò più. Crede che tutto questo sia causato dagli ormoni artificiali? Magari il mio corpo non li accetta. Un’altra domanda, da quando lo prendo ho notato ogni tanto un po’ di senso di calore alla gamba dx. Non vorrei avere una trombosi. Quindi la mia domanda, se ora l’ho smesso e magari si è formato un trombo o un difetto nella circolazione (mai avuti), con l’interruzione tutto dovrebbe rientrare, giusto (sia sintomi emotivi che fisici)?? Non dovrei essere più a rischio di trombosi o altro, vero? Poi quanto ci dovrebbe mettere il corpo ad “espellere” gli ormoni artificiali considerando che io l’ho usato non continuativamente per 2 anni e in maniera continua solo per 8 mesi? Ci vorrà tanto? La ringrazio per la disponibilità

Redazione

Redazione

risponde:

Ogni persona può avere reazioni particolari a qualsiasi farmaco, quindi non si può mai escludere che determinati disturbi possano essere causati da farmaci assunti. In media però il nuvaring non causa situazioni come quelle da lei descritte.
Gli estroprogestinici possono causare trombosi nei soggetti predisposti, in quelli cioè che presentano mutazioni geniche dei fattori coagulativi evidenziabili mediante esami di sangue specifici. Nei soggetti non predisposti è assai raro che possano causare fenomeni trombotici.
Se ha dei dubbi, si faccia visitare dal suo medico ed eventualmente esegua un eco color doppler venoso degli arti inferiori.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo